Paganini, musica elettronica e Trillargento: al Carlo Felice serata gratuita nell’ambito della conferenza sulle droghe - Genova 24
Per la città

Paganini, musica elettronica e Trillargento: al Carlo Felice serata gratuita nell’ambito della conferenza sulle droghe

Sabato 27 novembre. Mattatore sul palco l’attore Maurizio Lastrico. A disposizione dei 500 ospiti della conferenza anche i palazzi dei Rolli, l'acquario e i musei civici

Maurizio Lastrico

Genova. Sabato 27 novembre alle 19.45 il teatro Carlo Felice ospiterà un evento di spettacolo offerto gratuitamente alla cittadinanza nell’ambito della due giorni genovese della VI Conferenza nazionale sulle Dipendenze.

Lo show, condotto dall’attore Maurizio Lastrico, sarà composto da tre momenti musicale che, a vario titolo, rappresentano la cultura cittadina.

Ci sarà l’esibizione di Giuseppe Gibboni, il giovane violinista che si è recentemente aggiudicato il premio Paganini, poi un concerto dell’orchestra Trillargento, che nel 2021 ha avviato un percorso musicale per i ragazzi in situazione di disagio, e infine la musica elettronica di Elektropark.

“Questo grande evento istituzionale, la conferenza sulle dipendenze, ci ha permesso anche di organizzare anche appuntamenti culturali e di spettacolo a Genova per mostrare come la città possa essere ricca di proposte anche in ottica del turismo congressuale”, dice l’assessore alla Cultura e Scuole del Comune di Genova Barbara Grosso.

“La fondazione Teatro Carlo Felice è lieta di offrire la sua collaborazione alla città di Genova e alla presidenza del consiglio dei ministri a sostegno di un momento di sensibilizzazione sociale su un tema di così grande rilievo”, aggiunge il sovrintendente del teatro Claudio Orazi.

Durante lo spettacolo di venerdì sera anche 300 studenti delle scuole superiori genovesi che potranno rivolgere le loro domande alla ministra Fabiana Dadone.

Nell’ambito della due giorni sulle dipendenze, inoltre, ii palazzi dei Rolli, l’Acquario di Genova e i musei civici saranno a disposizione dei 500 invitati da tutta Italia e dall’estero alla conferenza.

Le attività culturali, volute dal Comune di Genova, saranno possibili grazie al supporto del dipartimento per le politiche antidroga della presidenza del consiglio dei ministri e del ministero delle politiche giovanili.

leggi anche
marijuana e armi
Proposta
L’altra conferenza sulle droghe, sabato al Cap incontro a favore della liberalizzazione