Orientamenti, Cavo: "Anche oggi 45mila presenze, confermato trend positivo" - Genova 24
React

Orientamenti, Cavo: “Anche oggi 45mila presenze, confermato trend positivo”

Grande attenzione per l'incontro tra gli studenti e il commissario straordinario per l'emergenza pandemica Figliuolo

orientamenti

Genova. Per il terzo giorno a Orientamenti ammontano a 45.000 i visitatori fisici e da remoto, si conferma dunque il trend positivo dei giorni precedenti. A dimostrazione che la voglia di partecipare è stata recepita al massimo insieme al grande interesse che si è registrato tra le presenze on line. Il Salone infatti è stato visto non solo al Nord, ma anche in Puglia, in Campania e perfino in Sicilia. Si sono registrati contatti da Bolzano a Modica.

Un Salone caratterizzato da una formula mista che ha tenuto insieme le presenze fisiche che sono arrivate al massimo delle 5.000, come previsto dalle normative, con quelle virtuali generate dai click sui collegamenti in streaming che hanno testimoniato la riuscita dell’evento ritornato in presenza.

Sold out l’incontro tra il generale Figliuolo e gli studenti. Il commissario per l’emergenza Covid – 19 ha esaltato il concetto del React e ha elogiato i ragazzi e le ragazze per il loro impegno e la loro adesione nella campagna vaccinale, così come quello dei nonni valorizzando il patto intergenerazionale per contenere la pandemia.

“Un’altra giornata importantissima – ha commentato l’assessore regionale all’Istruzione Ilaria Cavo – che ha fatto registrare una conferma delle presenze generali e dei flussi nei singoli convegni. In particolare l’incontro con il generale Figliuolo ha visto il tutto esaurito riconoscendo ai giovani la grande capacità di essere responsabili in questo periodo di pandemia. Ma sono un grande segnale i numeri presentati dal progetto della Scuola Digitale perché dimostrano la grande reattività della scuola con la pandemia: gli insegnanti che aderiscono sono più che raddoppiati quest’anno e superano i 5mila”

Grande successo per il convegno con Davide Livermore, direttore del Teatro Nazionale di Genova che si è confrontato con la dottoranda in Scienze e Tecnologie Martina Pastorino sul tema dei sogni impossibili che creano la realtà. Livermore ha approfondito il tema dell’ambizione nell’ambito artistico e teatrale, riferendosi anche ad alcuni episodi che lo hanno riguardato personalmente. “I genovesi hanno un carattere solo apparentemente timido – ha detto Livermore – ma in realtà Genova è una citta di grandi ambizioni e la sua storia lo dimostra ampiamente”.

E per i due incontri dedicati all’Agroalimentare e al Turismo con la partecipazione del vicepresidente e assessore all’Agricoltura di Regione Liguria Alessandro Piana e di Gianni Berrino assessore al turismo della Liguria. Riflettori puntati anche sui progetti del patto di sussidiarietà “Restart Giovani” avviati nell’estate della ripartenza tra Regione Liguria e Terzo settore che hanno visto il coinvolgimento di oltre 12.000 giovani impegnati in attività formative e ludico-ricreative.
Alta partecipazione all’incontro su “Il futuro è digitale” moderato dal giornalista Michele Chicco di Wired con la partecipazione, tra gli altri, di Guido Torrielli, presidente di ITS Italia, la rete degli Istituti tecnici superiori che si occupano di digitale. “Orientamenti – ha sottolineato Torrielli – è un’importante manifestazione che accanto al Job&Orienta di Verona si conferma un punto di riferimento per la formazione, una grande opportunità per parlare e informare davvero i giovani e le loro famiglie”.

#SCUOLADIGITALE LIGURIA
Ottimo risultato anche per il convegno sulla “Scuola digitale Liguria dopo un anno straordinario”, che ha chiamato a raccolta i docenti delle scuole liguri a distanza di un anno dall’inizio della DAD. Secondo i dati emersi dal team scuola digitale di Liguria Digitale da marzo 2020 la community degli insegnanti che partecipano al progetto è aumentato del 230%. Sono aumentati del 266% gli interventi del digital team in supporto degli insegnanti nell’attività informatica. “Gli insegnanti si sono avvicinati alla tecnologia, trasformando la necessità dovuta al lockdown in una opportunità. Anche questo Salone ha colto l’opportunità di una formula mista grazie al digitale – ha ribadito l’assessore Cavo – Questo vuol dire che, rispetto a due anni fa, siamo stati in grado di raggiungere molte più persone. Da qui abbiamo mandato importanti messaggi di orientamento legati al digitale. La Scuola Digitale servirà ad aumentare le competenze degli studenti. Questa Regione sta investendo su grandi progetti e centri legati al digitale. Serviranno professionalità adeguate. Bisogna partire fin dalla scuola, e fin dalle elementari, per orientare anche a queste competenze, come è emerso nella Carta di Genova approvata ieri”.

Più informazioni