Oltre 500 sms ogni ora, da oggi in Liguria invio di messaggi per ricordare la terza dose di vaccino - Genova 24
Tutto pronto

Oltre 500 sms ogni ora, da oggi in Liguria invio di messaggi per ricordare la terza dose di vaccino

Sono 457mila i liguri tra 40 e 59 anni destinatari dose aggiuntiva e una parte di messaggi è già stata inviata agli aventi diritto

adolescenti smartphone cellulare telefonino

Genova. Al via, a partire da oggi, lunedì 15 novembre, l’invio massivo di sms per ricordare la prenotazione della dose booster agli aventi diritto.

Si tratta di una campagna avviata da Liguria Digitale, attraverso l’invio di messaggi sui telefoni cellulari, per sensibilizzare i cittadini alla somministrazione della terza dose, raccomandata per contrastare la quarta ondata dell’epidemia che sta allarmando molti Paesi europei.

Proprio ieri, nell’ambito di questa iniziativa, si è espresso il presidente della regione Liguria Giovanni Toti: “Sono favorevole ad un’eventuale stretta sul green pass, che possa essere utilizzato solo se associato alla vaccinazione almeno per l’accesso ad alcuni luoghi come cinema, teatri e palestre. E, se necessario, anche all’introduzione dell’obbligo vaccinale”.

Mentre, qualche giorno fa, durante l’annuncio dell’avvio della campagna, Toti aveva sottolineato che “le prenotazioni per la fascia tra i 40 e i 59 anni apriranno entro fine mese in vista delle prime somministrazioni che inizieranno il primo dicembre, in linea con quanto annunciato dal Ministro Roberto Speranza. In ogni caso ricordiamo che già ora, per gli over 60, il portale prenotovaccino.regione.liguria.it consente la prenotazione calcolando automaticamente i sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale”.

Le modalità operative

Sono 457mila i liguri tra 40 e 59 anni destinatari dose aggiuntiva e una parte di messaggi è già stata inviata agli aventi diritto. In particolare, a tutti gli utenti aventi diritto arriverà un sms sul cellulare per ricordare loro la possibilità di prenotarla fin da subito.

L’sms arriverà a coloro che abbiano prenotato le prime somministrazioni attraverso la piattaforma prenotovaccino.regione.liguria.it o anche attraverso gli ordinari canali di prenotazione (sportelli e call center CUP, farmacie e medici di medicina generale); a coloro non abbiano già effettuato la somministrazione della dose booster; a coloro che non si siano prenotati e non siano quindi già in attesa di riceverla.

Sarà quindi il sistema di prenotazione che proporrà automaticamente tutte le migliori date disponibili, a partire da sei mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale nel luogo da loro preferito. Nelle 48 ore antecedenti la data prenotata arriverà agli utenti un secondo sms ricordando data, orario e luogo di prenotazione.

Chi può prenotarsi

Al momento possono prenotare la terza dose categorie fragili (pazienti oncologici, immunodepressi ed altre categorie fragili) di tutte le età, tutti i pazienti over 60, purché siano passati almeno 6 mesi dalla seconda dose, chi si è vaccinato con il vaccino Johnson&Johnson, purché siano passati almeno 6 mesi dalla somministrazione della prima dose.

Sono utilizzati solo i vaccini mRna autorizzati in Italia, quindi Pfizer e Moderna. Anche per i soggetti vaccinati con Astrazeneca e Johnson&Johnson, per la dose booster (terza dose) verrà utilizzato un vaccino Pfizer o Moderna.

Anche i soggetti che hanno ricevuto nel primo ciclo vaccinale i sieri Sputnik, Sinovac e Sinopharm potranno effettuare la terza dose con i vaccini Pfizer e Moderna, una sola dose se sono passati meno di 6 mesi, altrimenti doppia dose.

Le domande più frequenti

Sono molte e diverse le domande sollevate in questo periodo in merito alla somministrazione della terza dose, si è provato a rispondere fornendo una sorte di vademecum. 

Se ho meno di 60 anni quando potrà prenotare la terza dose?

Ieri alla Camera, l’annuncio del ministro alla Salute Roberto Speranza il quale ha comunicato che dal 1° dicembre la terza dose sarà estesa anche a chi ha tra i 40 e i 60 anni. Ma presto ci potrebbe essere un’estensione ulteriore a tutti i “maggiorenni”. Ancora da chiarire come dovranno comportarsi i docenti e le forze dell’ordine, per molti dei quali a fine 2021 saranno trascorsi sei mesi dalla conclusione del ciclo vaccinale. L’ipotesi potrebbe essere quella di una “corsia preferenziale”, ma anche ancora non c’è nulla di ufficiale.

Quali vaccini sono somministrati per la terza dose?

Come già scritto, non importa quale siero si abbia ricevuto durante il primo ciclo vaccinale, per la terza dose sono somministrati esclusivamente i cosiddetti vaccini a m-Rna, ovvero Pfizer o Moderna. Nel caso di Moderna per il “booster” verrà somministrata una dose dimezzata.

E nel caso di vaccinazione eterologa durante il primo ciclo vaccinale?

Non cambia nulla, anche in questo caso, ovvero quando la prima dose ricevuta è stata Astrazeneca e la seconda Pfizer o Moderna, verranno sempre utilizzati vaccini a m-Rna e devono essere trascorsi sei mesi dall’ultima inoculazione.

Anche per il monodose Johnson & Johnson esiste il richiamo?

Sì e valgono le stesse regole. Le prenotazioni in Liguria sono partite ieri (e hanno riscosso grande adesione), all’appello sono chiamati gli oltre 32mila che hanno ricevuto il siero monodose, ma per il quale gli studi hanno dimostrato essere necessaria anche una seconda iniezione in moda da riattivare gli anticorpi.