Hennebique, ecco come diventerà all'interno: sottoterra anche una grande "sala immersiva" - Genova 24
Rigenerazione

Hennebique, ecco come diventerà all’interno: sottoterra anche una grande “sala immersiva” fotogallery

Iniziati ufficialmente i lavori con le prime demolizioni: "Finiremo entro il 2023". L'albergo con terrazza panoramica sarà gestito dalla catena Una

Genova. “Sarà il nostro biglietto da visita per chi arriva dal mare”. A vederlo così com’è oggi, decadente e abbandonato, appare difficile credere alle parole del sindaco Bucci. Ma la notizia è che adesso, dopo anni di intoppi e annunci a vuoto, i lavori per riportare l’edificio Hennebique a nuova vita sono ufficialmente iniziati. “La data indicativa di fine lavori è il 30 settembre 2023, in ogni caso contiamo di terminare entro la fine di quell’anno”, annuncia Cristian Vitali, amministratore delegato dell’omonima azienda che si è aggiudicata il project financing da 100 milioni per la rigenerazione.

Ma cosa ci sarà all’interno? Il progetto è noto ormai da tempo: in tutto si tratta di 45mila metri quadrati divisi fondamentalmente tra mini-appartamenti per studenti, un hotel a quattro stelle, uffici e un nuovo terminal crociere che sarà una sorta di estensione della Stazione Marittima, più un parcheggio interrato. Ma oggi sono emersi ulteriori dettagli.

“Sarà una rigenerazione efficiente che garantirà ottimi risultati in termini di ritorno dell’investimento”, sottolinea Vitali. “Sarà un edificio pervaso da infrastrutture digitali e sistemi impiantistici che lo renderanno una macchina domotica all’insegna della sostenibilità ambientale”. E allo stesso tempo “è un progetto rispettoso della memoria storica dell’Hennebique”, che in buona parte rimarrà vincolato in modo da testimoniare la funzione per cui è nato, quella di silos granario.

hennebique

Nella parte centrale, che comprende la caratteristica torre, ci sarà il Blue Innovation Forum, un centro all’avanguardia con sale meeting data room che metterà a disposizione soprattutto una sala immersiva per congressi ed eventi legati al territorio realizzata nel nuovo piano interrato. I primi due piani ospiteranno i nuovi uffici delle società partecipate della Regione Liguria. Quest’area nel complesso misurerà 12mila metri quadrati.

L‘hotel si svilupperà nell’ala di Levante per l’intera estensione in altezza e un totale di 13mila metri quadrati. Sono previste 200 camere di differenti tipologie, uno spazio per congressi, un’area fitness e una terrazza panoramica con piscina e ristorante di lusso. Per la gestione di quest’area è già stato stipulato un contratto con la catena italiana Una che non gestisce ancora nessun albergo a Genova.

Generica

Nell’ala opposta, quella di Ponente, ci sarà l’area student & docent housing, cioè appartamenti per universitari: si parla di 10mila metri quadrati ai piani superiori per un totale di 250 unità corredate da spazi di coworking al servizio degli studenti. I primi due piani, invece, saranno dedicati ai servizi per i crocieristi per una superficie di 6mila metri quadrati. La banchina a levante di ponte dei Mille sarà riprofilata e davanti all’Hennebique sarà realizzato un nuovo riempimento largo circa 15 metri. “Grazie a questo progetto – commenta l’amministratore delegato di Stazioni Marittime Edoardo Monzaniromperemo tutti i precedenti record“.

Restano 4mila metri quadrati di aree servizi, sul tetto dell’ala di Ponente e al piano terra dell’ala di Levante, che vedranno sorgere ristoranti, bar e negozi “a supporto dell’importante comparto turistico proveniente sia dal settore crocieristico che dalle attrattività del Porto Antico di Genova”, si legge nella presentazione. “Non ci saranno supermercati né centri commerciali“, ribadiscono l’azienda e le istituzioni. L’obiettivo è “promuovere il mercato slow food e chilometro zero a supporto del comparto enogastronomico genovese”. Ma chi sarà a gestire questi spazi? “La commercializzazione la faremo in seguito, quando avremo realizzato le strutture”, spiega Vitali.

Hennebique, come sarà all'interno dopo la riqualificazione: ecco il progetto

Intanto i lavori sono entrati nel vivo. Il primo capitolo sarà quello delle demolizioni, da completare entro fine anno: gli interventi riguarderanno le strutture in cemento armato nelle due ali laterali che saranno quasi totalmente sventrate eccetto le facciate sul fronte mare. I silos alle estremità saranno invece preservati, mentre il corpo centrale sarà oggetto di consolidamento strutturale e rimarrà pressoché intatto, compreso il grande “salone” centrale che diventerà la hall di accesso agli uffici, raggiungibili con una coppia di ascensori.

Più informazioni
leggi anche
Generico novembre 2021
Progetto
Hennebique, i lavori entrano nel vivo: nell’ex silos un centro crociere, mini-case e piazze pubbliche
Le Crociere Costa tornano a Genova: parte Costa Diadema
Affondato
Il tunnel subportuale (e non solo) cancella il nuovo terminal di Costa Crociere a Genova