Happening Wall of dolls, in programma il flashmob per sensibilizzare contro la violenza sulle donne - Genova 24
Evento

Happening Wall of dolls, in programma il flashmob per sensibilizzare contro la violenza sulle donne

Appuntamento il 20 novembre dalle 15 in piazza de Ferrari

wall of dolls

Genova. Presentato oggi il programma dell’evento “Silence Is Violence” che in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulla donna, Wall of Dolls Onlus Liguria insieme all’Ordine degli Infermieri di Genova organizza per dare il via alla campagna di sensibilizzazione 2021.

“L’Happening Wall of Dolls” si terrà il 20 novembre dalle ore 15 in via Cardinal Pietro Boetto, Piazza de Ferrari, Genova.

“Prosegue la collaborazione tra Regione Liguria e l’associazione Wall of Dolls – commenta l’assessore regionale alle pari opportunità Simona Ferro – un’arma in più per combattere la piaga della violenza sulle donne che ogni giorno vediamo colpisce in maniera subdola e che è difficile da debellare come testimonia l’ultimo evento di cronaca di ieri in cui una donna ha denunciato la violenza subita da anni davanti ai figli per la paura che questi potessero essere tolti alle sue cure”.

E continua: “Ecco questo è l’esempio di quanto siamo ancora indietro nell’informazione e nella vicinanza, come istituzioni, alle donne. In questi giorni sto completando una serie di visite istituzionali a tutti i centri antiviolenza della Liguria proprio per capire dalla loro viva voce le esigenze e l’opinione che mi sono fatta è che dopo il lockdown le violenze sono riprese con una certa recrudescenza ed è per questo che dobbiamo agire subito con molta informazione come faremo partendo dal 25 novembre e qui oggi grazie a Wall of Dolls”.

Un intero pomeriggio che ruoterà intorno ad un fulcro, tema principale della manifestazione: ricordare l’importanza del diritto fondamentale alla vita e della tutela della donna. Non a caso infatti la ricorrenza cade a ridosso della Giornata Mondiale dei diritti umani e la violenza sulla donna è proprio una violazione di tali diritti.

Ma la manifestazione vuole essere una giornata di incontro e informazione per diffondere il messaggio della Onlus attraverso momenti di musica e arte alternati ad approfondimenti con testimonianze e riflessioni.

A condividere e impreziosire il palco ci saranno protagonisti del mondo dello spettacolo come Jo Squillo (madrina e fondatrice dell’intero progetto Wall of Dolls nazionale insieme a Francesca Carollo e Giusy Versace), e Patrizia Pellegrino, attrice e showgirl.

Personaggi che saranno affiancati da altrettanto prestigiosi artisti e giovani emergenti come il gruppo urban Whiteshark, Sara Lupi & Dagmar e la DJ Ekaterina. Per l’occasione un flash mob di danza accentrerà l’attenzione sul muro simbolo di Wall of Dolls.

Chiunque potrà partecipare gratuitamente e le donne sono invitate a portare con sé una bambola in segno di supporto e valorizzazione dell’identità stessa dell’installazione.

Studenti universitari si sono impegnati in un progetto a tema che verrà premiato sul palco del 20 e molti artisti daranno il loro contributo donando le loro opere al muro delle bambole con l’obbiettivo di diffondere consapevolezza. Intorno al palco, poi, verranno allestiti diversi Info Point a disposizione di chiunque volesse approfondire, conoscere le iniziative di sostegno o rivolgersi a persone qualificate per ricevere un aiuto.

Inoltre due fuori evento accompagneranno l’intera manifestazione, atti anch’essi a muovere le coscienze verso la lotta contro la violenza sulle donne: la mostra d’arte contemporanea “Donne in luce” a cura di Francesca Dall’Acqua a Palazzo Ducale, e “Ghost Ladies”, mostra fotografica a cura di Corrado Rossi e Wall of Dolls alles.ta in Galleria Mazzini. Wall of Dolls è un progetto ideato da Jo Squillo con Francesca Carollo e Giusy Versace, che nasce per dare voce alle vittime di violenza che soffrono in silenzio.