Green pass, la misura allo studio del Governo: lockdown per i non vaccinati solo con la zona gialla o arancione - Genova 24
La stretta

Green pass, la misura allo studio del Governo: lockdown per i non vaccinati solo con la zona gialla o arancione

Il 'doppio green pass' però solo per le attività ludiche, non per il lavoro. E la terza dose potrebbe arrivare dopo 5 mesi

Green pass ristoranti

Roma. Un doppio green pass con il lockdown per i non vaccinati che scatterebbe solo con il peggioramento dei dati epidemiologici. E’ l’ipotesi a cui sta lavorando il Governo con un decreto che potrebbe scattare già la prossima settimana.

Ad anticipare la misura allo studio è questa mattina il Corriere della Sera. I dettagli saranno discussione lunedì nell’incontro con la Regioni ma l’impostazione sarebbe quella di far scattare le limitazioni solo per la vita sociale. In pratica la norma che si vuole inserire impedisce a chi non è vaccinato di andare al ristorante, al cinema, a teatro, negli stadi, in discoteca, o in palestra e forse anche sugli impianti sciistici. Ma le restrizioni scatterebbero solo con la zona gialla, arancione o rossa.

Nessuna ulteriore limitazione al momento dovrebbe riguardare il lavoro dove il green pass continuerebbe ad avere per ora lo stesso peso sia se ottenuto con il vaccino sia con il tampone.

Sul tavolo resta l’ipotesi dell’obbligo vaccinale (in Austria scatterà a febbraio) ma i dati sulle vaccinazioni nel nostro Paese fanno mantenere un certo ottimismo sul fatto che l’obbligo potrebbe non essere necessario.

Nel nuovo decreto invece sembra che sia prevista un’anticipazione della terza dose da 6 a 5 mesi per dare un’ulteriore spinta all’immunizzazione e una riduzione della validità del green pass a 9 o addirittura a 6 mesi.

Più informazioni