Disabilità, in arrivo quattro dispositivi di amplificazione per ipoudenti e sordi negli sportelli comunali - Genova 24
Udito

Disabilità, in arrivo quattro dispositivi di amplificazione per ipoudenti e sordi negli sportelli comunali

I dispositivi sono stati donati al Comune di Genova dall'Associazione Ligure Ipoudenti e da Lions Club

Genova. Quattro dispositivi, donati al Comune di Genova da Lions e dall’Associazione Ligure Ipoudenti – Sulle ALI dell’udito, per persone sorde o ipoudenti saranno installati presso alcuni sportelli comunali aperti al pubblico, in modo da consentire loro di avere una migliore comunicazione con gli operatori.

È questo il nuovo servizio presentato questa mattina, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, in programma venerdì 3 dicembre.

Dove trovare i dispositivi

In particolare si tratta di quattro pannelli portatili ad induzione magnetica che saranno collocati rispettivamente uno all’ufficio anagrafe in corso Torino; due agli uffici IAT, informazioni e accoglienza Turistica di via Garibaldi e al Porto Antico, l’ultimo al Clibas, il Centro Ligure Informativo per il Benessere Ambientale e Sociale del le persone disabili o fragili e loro familiari, situato nella Casa della Salute di Genova Quarto.

Come funzionano

Si tratta di dispositivi di amplificazione dedicata, destinati alle persone che usufruiscono di ausili acustici o impianti cocleari dotati di bobina per telefono.

Il microfono incorporato nel pannello preleva, in maniera selettiva, la voce della persona che parla nella direzione del pannello. La voce viene amplificata e convertita in un campo. magnetico che si propaga radialmente fino alla distanza massima di circa un metro.

Il campo magnetico viene ricevuto dalla protesi acustica, consentendo cosi alla persona ipoudente di sentire in maniera chiara e intelligibile la voce del suo interlocutore.

La tecnologia ad induzione magnetica è progettata per aiutare i soggetti ipoudenti a sentire. in maniera chiara le conversazioni, specie quando queste ultime si svolgono in luoghi affollati dove il rumore ambiente non consente di percepire i suoni in maniera intelligibile: banche, uffici postali, sportelli pubblici, farmacie, supermarket, hotel reception, tavoli di riunione etc.

“Con la donazione al Comune di Genova di questi quattro dispositivi per persone non udenti o ipoudenti – dichiara il vicesindaco e assessore ai servizi civici Massimo Nicolò – rinnova, ancora una volta, la collaborazione tra Comune e Terzo Settore per l’aumento ed il miglioramento dei servizi al cittadino. A nome dell’Amministrazione, ringrazio i Lions e l’associazione ALI per questa importante donazione che ci consentirà di proseguire nella direzione di garantire a tutte le persone gli stessi servizi, fornendo un sostegno utile e prezioso a chi, come nel caso degli ipoudenti, presenta una qualche forma di disabilità».

“Abbiamo voluto celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità – commenta l’assessore al sostegno a favore delle persone diversamente abili Lorenza Rosso – con questo progetto importante, frutto della collaborazione tra diverse realtà del tessuto associativo genovese e della loro straordinaria generosità. I quattro apparecchi donati dai Lions insieme ad ALI rappresentano simbolicamente l’abbattimento di un altro mattone delle barriere, non solo architettoniche, che impediscono la piena e totale accessibilità delle persone diversamente abili ai servizi pubblici. É nostra intenzione procedere ancora, in futuro, sulla strada di una piena integrazione dei disabili nella vita politica, sociale e culturale della Città, e faremo il massimo per centrare questo risultato”.

“Da tempo il Comune di Genova – spiega la Disability Manager Cristina Bellingeri – sta operando per avere una “Genova città per tutti”. Uno dei primi passi compiuti è stato quello di dotarsi di un moderno PEBA, il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, che prevede di realizzare una serie di azioni per favorire l’accesso agli ambienti e ai servizi da parte di tutti i cittadini, incluse le persone disabili motorie o sensoriali. La scelta di installare dei pannelli ad induzione magnetica, in concomitanza della Giornata internazionale delle persone con disabilità, allo scopo di facilitare l’accessibilità ad alcuni uffici comunali alle persone sorde o ipoudenti, va quindi in questa direzione intrapresa dal Comune”.

“Alcuni anni fa – conclude il socio del Lions Club Lavagna Valfontanabuona “Oltre le barriere” Silvia Garibaldi – l’allora Officer del Distretto Lions 108ia2 per la Sordità ed ancora oggi socio onorario del Lions Club di Nervi, Francesco Di Gioia, insieme agli allora componenti del Progetto Sordità, donò alla associazione ALI alcuni loop ad induzione magnetica perché fossero installati in uffici pubblici per facilitare gli ipoudenti. Il Lions Club Lavagna Valfontanabuona “Oltre le barriere”, club “di scopo” sull’abbattimento di barriere sensoriali ed architettoniche, ritenendo utile l’ installazione di questi loop in uffici comunali, se ne è interessato contattando, insieme ad ALI. Cristina Bellingeri, la Disability Manager. del Comune di Genova. Adesso è intenzione del nostro club farsi promotore presso tutta l’associazione Lions di progetti simili, in modo da estendere il più possibile l’iniziativa”.