Covid, Italia 'assediata' dalla quarta ondata. Merkel: "Se serve tamponi anche ai vaccinati" - Genova 24
Torna l'incubo

Covid, Italia ‘assediata’ dalla quarta ondata. Merkel: “Se serve tamponi anche ai vaccinati”

In alcuni lander tedeschi la situazione sarebbe "drammatica": il green pass sarà solo per vaccinati e guariti

Genova. Austria e Slovenia in rosso, Francia in arancione, mentre praticamente tutto il nostro paese è in giallo, a parte Veneto e Marche arancioni e la Sardegna in verde, unica regione europea con questo colore. Questa la mappa aggiornata del rischio Covid a livello europeo, redatta in supporto l “Council Recommendation on a coordinated approach to the restriction of free movement in response to the COVID-19 pandemic“, il documento elaborato dalla Commisione Europea con le raccomandazioni per avere un approccio coordinato sulle restrizioni di movimento tra aree dell’Unione Europea per contenere la pandemia.

Una situazione che a livello europeo sta mutando molto velocemente, purtroppo ancora una volta in senso peggiorativo per quanto riguarda i livelli di contagio da coronavirus, per quella che in molti paesi è già definita come quarta ondata della pandemia da Covid che di fatto non molla la presa.

La mappa viene aggiornata ogni settimana, e mette in relazione l’incidenza dei casi positivi sulla popolazione, il numero dei test eseguiti e il tasso di positività sui tamponi: mettendo insieme questi fattori il nostro paese, come più volte sottolineato, è quello messo meglio a livello europeo, con numero di screening tra più alti del continente (tra cui la nostra regione è tra le prime per numero percentuale a livello comunitario), ma con un tassi di positività più bassi. Vale a dire molti tamponi, ma meno casi.

europa mappa covid

Particolarmente preoccupante la situazione della Germania, che nelle ultime settimana ha registrato una forte crescita dei casi, sopratutto nei lander del sud, tanto da spingere le autorità a varare nuovi provvedimenti.

Tra questi quello di una gradazione di norme, gradualmente sempre più stringenti, che scatteranno in automatico con l’eventuale progressivo aumento dei contagi registrati in relazione alla capacità ospedaliera. In tutta la Germania scatterà , infatti, la regola del ‘2G’ (accesso solo ai vaccinati e a chi è guarito dal Covid) “ogni volta che venga superata la soglia di ospedalizzazione 3”. Le nuove misure sono state confermate da Angela Merkel nella conferenza stampa al termine del vertice con i governatori dei Laender. “Abbiamo definito le soglie di ospedalizzazione dopo le quali mettere in atto tutto un catalogo di misure“, ha aggiunto la cancelliera come riportato dall’agenzia Agi, che ha parlato di una “situazione drammatica”.

Secondo il nuovo regolamento “se invece si supera l’indice 6, scatta la regola ‘2G+’, che impone anche ai vaccinati e ai guariti da Covid di sottoporsi ad un tampone” per accedere agli spazi pubblici. Non solo. “Superata la soglia 9”, ha detto ancora la cancelliera, “scatta la decisionalità dei singoli parlamenti regionali, che dovranno mettere in campo tutti gli strumenti possibili, compresi restrizioni forti ai contatti sociali”. In altre parole, compresi i lockdown. E l’incubo torna a bussare sulle porte della “Fortezza Europa”, il continente più vaccinato del mondo ma che ancora una volta rischia di essere travolto da una pandemia che sembra essere ancora fuori controllo.