Bankitalia, Toti: "Il quadro delinea una ripartenza dell'economia della Liguria" - Genova 24
Ottimista

Bankitalia, Toti: “Il quadro delinea una ripartenza dell’economia della Liguria”

Il governatore vede il bicchiere mezzo pieno: "Cresce il turismo, scendono le ore di cassa integrazione, crescono le assunzioni, più di 30 mila quelle nel settore privato non agricolo nei primi otto mesi del 2021"

Giovanni Toti

Genova. “Il quadro che emerge dall’aggiornamento congiunturale sull’andamento dell’economia della Banca d’Italia parla di una decisa ripartenza della Liguria. Cresce il turismo, scendono le ore di cassa integrazione, crescono le assunzioni, più di 30 mila quelle nel settore privato non agricolo nei primi otto mesi del 2021, oltre il doppio di quelle del 2020, a testimonianza di una economia regionale che ha ripreso a marciare grazie alla campagna vaccinale e alla determinazione delle imprese, e che non si vuole fermare”.

Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti commentando l’aggiornamento congiunturale sull’andamento dell’economia della Banca d’Italia.

“La Liguria – prosegue Toti – fa registrare un aumento del numero degli occupati, in controtendenza con il calo osservato a livello nazionale. I numeri del turismo poi ci rendono particolarmente orgogliosi: si tratta infatti di un settore assolutamente strategico per l’economia della nostra regione, su cui abbiamo sempre puntato e continuiamo a puntare anche dal punto di vista della promozione e della valorizzazione, ad esempio con gli spot televisivi firmati dal regista Fausto Brizzi solo per citare le ultime iniziative”.

“Scelte che – conclude Toti – evidentemente pagano, visto che la stessa Banca d’Italia ribadisce come nei primi otto mesi dell’anno le presenze siano cresciute del 30% su base annua e che tra giugno e agosto i pernottamenti di turisti italiani abbiano superato i numeri del 2019, permettendo alla Liguria di vivere un’estate da record”.

Più informazioni
leggi anche
lavoro covid mascherina coronavirus
Luci e ombre
Bankitalia: “In Liguria economia in ripresa grazie ai vaccini”. Ma il lavoro è sempre più precario