Al Foro Italico esulta ancora l'Iren Genova Quinto: Lazio battuta 15 a 8 - Genova 24
Serie a1

Al Foro Italico esulta ancora l’Iren Genova Quinto: Lazio battuta 15 a 8

Bittarello: "Sarebbe tuttavia un grave errore esaltarci adesso, come lo sarebbe stato abbattersi dopo le sconfitte"

Iren Genova Quinto

Genova. Il Foro Italico si conferma vasca propizia in questo campionato di Serie A1 per l’Iren Genova Quinto. I biancorossi, dopo aver conquistato i primi tre punti stagionali proprio nella piscina romana in casa della Roma, concedono il bis anche contro la Lazio, superata 15-8 nella nona giornata.

Gara messa subito in chiaro dalla squadra allenata da Del Galdo, che ha chiuso la prima frazione in vantaggio di due reti e poi si è sempre mantenuta avanti senza soffrire.

“Siamo felici per aver ottenuto questa vittoria in un campo indiscutibilmente ostico – commenta il capitano Luca Bittarello – e personalmente lo sono anche per l’apporto che i nostri giovani stanno iniziando a dare alla squadra. Sarebbe tuttavia un grave errore esaltarci adesso, come lo sarebbe stato abbattersi dopo le sconfitte. Dobbiamo ‘semplicemente’ tenere alta la guardia, continuare a lavorare in settimana e credere in quello che facciamo. Anche perché sabato prossimo alle Piscine di Albaro contro il Posillipo sarà una partita complicata, con una posta in palio altissima”.

Il tabellino:
SS Lazio Nuoto – Iren Genova Quinto 8-15
(Parziali: 2-4 1-3 2-4 3-4)
SS Lazio Nuoto: M. Rossa, M. Ferrante, D. Vitale, J. Gambin 2, A. Vitale 1, L. Marini, D. Caponero, V. Paskovic 1, M. Leporale 1, S. Augusti 3, L. Checchini, A. Nenni, M. Serra. All. Sebastianutti.
Iren Genova Quinto: P. Pellegrini, N. Gambacciani, A. Di Somma 2, L. Dellacasa 1, F. Panerai 2, R. Ravina, A. Fracas 1, A. Nora 4, N. Figari 2, L. Bittarello 1, M. Gitto 2, M. Guidi, Valle. All. Del Galdo.
Arbitri: Frauenfelder e Calabrò.
Note. Uscito per limite di falli Gambacciani nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 4 su 13 più 1 rigore, Quinto 6 su 8 più 1 rigore. Espulso Ferrante per gioco violento nel secondo tempo.