A Genova differenziata ferma al 35%, Pd: "L'obbiettivo era 65%, giunta Bucci incapace a gestire i rifiuti" - Genova 24
Botta e risposta

A Genova differenziata ferma al 35%, Pd: “L’obbiettivo era 65%, giunta Bucci incapace a gestire i rifiuti”

L'assessore Matteo Campora replica: "Dati relativi a 2020, anno del Covid, e 2019, con la perdita dell'isola ecologica nel crollo del Morandi". A febbraio in arrivo i nuovi cassonetti "smart"

cassonetti amiu corso italia lungomare

Genova. Botta e risposta tra Pd e giunta Bucci oggi in consiglio comunale sul tema della raccolta differenziata in città. Il Partito Democratico, con un’interrogazione del capogruppo Alessandro Terrile, ha sottolineato come si sia ancora lontani dai livelli prefissati da Amiu.

Il piano industriale del 2018 prevedeva il raggiungimento del 65% di differenziata entro il 2020 – ha detto Terrile – nel 2020, ultimo dato utile, siamo fermi al 35,4%, un dato peggiore del 2019, e solo di 1,2 punti percentuali più alto di quello di quattro anni fa, quando è iniziata l’amministrazione Bucci”.

L’assessore all’Ambiente Matteo Campora ha risposto che i numeri citati “corrispondono al vero” ma “vanno analizzati in rapporto agli anni di riferimento, si parla del 2019 e del 2020, quando molte attività commerciali avevano chiuso o ridotto l’attività a causa del Covid 19. Inoltre, a seguito del crollo del ponte Morandi, è venuta meno l’isola ecologica di Campi, cosa che nel 2019 ha inficiato la raccolta”.

Campora prosegue: “Ci sono delle ragioni oggettive, quindi, se i numeri della raccolta differenziata non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, ma contiamo che l’introduzione dei cassonetti intelligenti a febbraio possa migliorare i dati e ricordo che recentemente abbiamo ricevuto un riconoscimento di Legambiente per quanto riguarda la raccolta della plastica”.

Nessun commento invece all’altro aspetto toccato dal Pd: “L’incapacità di gestire i rifiuti, evidente nella quotidianità, costa carissimo ai cittadini genovesi, costretti a pagare quest’anno l’ecotassa record di 778mila euro richiesta dalla Regione per il mancato raggiungimento dei limiti di legge, denari che avrebbero potuto essere spesi per servizi ai cittadini e invece serviranno a pagare le multe per il mancato rispetto delle promesse della giunta Bucci”.

“I dati certificano un disastro, che smentisce le previsioni generose della giunta e di Amiu evidentemente fondate su un ottimismo di maniera, e che interroga sull’efficacia delle costose campagne di comunicazione di Amiu arrivata perfino ad acquistare e regalare biglietti di Euroflora – conclude il Pd – mentre in Italia la media è maggiore di oltre 20 punti percentuali, e a Milano supera il 60%”.

leggi anche
Generico giugno 2021
Ambiente
“Voglio rifarmi una vita”: la nuova campagna di Amiu per promuovere la differenziata a Genova e dintorni
isola ecologica rifiuti raccolta ingombranti
Economia circolare
“Se non lo usi più mettilo in circolo”: Amiu lancia Efficacity, per la raccolta e riuso degli ingombranti
amiu coronavirus sanificazione strade pulizia
L'appello
Amiu, sindacati all’attacco: “Aumentano i dirigenti ma manca una strategia, serve un confronto”
Generica
Ambiente
Ecosistema urbano, nel rapporto sulle città green Genova al 38esimo su 105 in classifica