A Bogliasco inaugurata un'altra panchina rossa contro la violenza sulle donne - Genova 24
Simbolo

A Bogliasco inaugurata un’altra panchina rossa contro la violenza sulle donne

L'iniziativa del comitato per gli immigrati e contro ogni forma di discriminazione

Generico novembre 2021

Genova. In data odierna si è tenuta l’inaugurazione di una panchina comunale contro la violenza sulle donne, ubicata nei pressi del palazzo municipale, nella locale via Giovanni Mazzini, verniciata completamente di rosso e corredata da una targa, dello stesso colore, che reca ben visibile il numero telefonico di pronta assistenza 1522.

Il “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”, che aveva fatto tale proposta al precedente sindaco Gianluigi Brisca, ha fatto sapere che è lieto del chiarimento avvenuto in giornata con la Giunta Comunale e con il sindaco Luca Pastorino.

“Si è trattato, molto probabilmente, di una svista in quanto noi abbiamo chiesto l’allestimento di due panchine contro l’omo-bi-transfobia e, possibilmente, anche una panchina rossa contro la violenza sulle donne, durante il passaggio tra una giunta comunale all’altra” – spiega Aleksandra Matikj, presidente del Comitato –. Oggi siamo davvero contenti, in primis, che la panchina sia stata realizzata, poi sulla stessa ci sia un numero da chiamare se si è vittime di violenza e, infine ci fa piacere che, parlando, la questione sia stata chiarita.

“Questo di oggi, a Bogliasco, è un gesto davvero importante che, pur sembrando piccolo, in realtà è molto grande. Perché spesso si ha paura e vergogna di affrontare una situazione difficile, spesso ci si sente da sole e così non deve essere in una società civile”, spiega Matikj.

“A Bogliasco le donneora hanno un riferimento in più, sentirsi più protette e al sicuro: e questo è il messaggio che è stato trasmesso oggi nella nostra città. Come sempre, lasciamo anche la nostra mail comitato.no.discriminazione@gmail.com nel caso ci sia bisogno di essere aiutate, uscire dalla violenza si può”, conclude la presidente del comitato.