Toti: "Lockdown solo per i non vaccinati? Strada da percorrere se la situazione Covid peggiorasse" - Genova 24
Ispirazione

Toti: “Lockdown solo per i non vaccinati? Strada da percorrere se la situazione Covid peggiorasse”

Il presidente guarda al modello austriaco: arrivati a 500 posti in terapia intensiva i non vaccinati non potranno più accedere a bar, ristoranti, eventi e tempo libero

toti

Genova. “In Austria, se l’epidemia peggiora, scatterà il lockdown solo per i non vaccinati. In Italia per fortuna, grazie alla campagna vaccinale, all’estensione del green pass e al senso di responsabilità dimostrato dalla maggior parte degli italiani, la situazione Covid continua a migliorare. Ma se le cose dovessero andare diversamente, la strada intrapresa dall’Austria dovrà essere quella da percorrere per non bloccare un intero Paese che vuole ripartire”, così scrive il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook.

“Non vediamo la pandemia nello specchietto retrovisore, stiamo invece andando verso una pandemia dei non vaccinati – ha detto il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg -. Ai non vaccinati deve essere chiaro che non solo responsabili della loro salute, ma anche di quella degli altri. Non è ammissibile che il sistema sanitario venga sovracaricato per colpa degli indecisi e attendisti”.  Attualmente in Austria sono occupati 224 posti in terapia intensiva. Quando sarà raggiunta soglia 500 – così il nuovo provvedimento del governo – i non vaccinati non potranno più accedere a bar, ristoranti, eventi culturali e neanche a strutture sportive e quelle del tempo libero. Con 600 posti letto occupati in terapia intensiva i non vaccinati potranno lasciare casa solo per andare al lavoro e per motivi di prima necessità.

“A chi decide di non vaccinarsi ancora una volta è la scienza a rispondere con i numeri – prosegue il governatore -. In Liguria nel mese di ottobre di quest’anno, rispetto ad ottobre del 2020, si osserva negli ospedali della nostra regione un calo di oltre 80% dei posti letto occupati in media intensità e un calo di oltre 70% dei posti letto occupati in terapia intensiva. Lo scorso anno eravamo in piena seconda ondata, con la nostra libertà personale limitata dalle restrizioni e con tante imprese economiche in difficoltà. Ora invece ci siamo riappropriati della nostra vita e ricominciamo a programmare il futuro. Non lo dico io ma lo dice la scienza: i vaccini stanno sconfiggendo la pandemia”.

“In 24 ore sono cresciute anche le prenotazioni delle terze dosi nelle diverse categorie – ha aggiunto ancora il presidente Toti – con più di 1.700 persone che da ieri hanno preso appuntamento così come sono circa 1.200 le prenotazioni per le prime dosi effettuate negli ultimi 5 giorni. L’effetto green pass funziona ma soprattutto è importante capire quanto il vaccino sia l’unica arma per mettersi in sicurezza”.

leggi anche
Giovanni Toti
I dati
Coronavirus, Toti: “Negli ospedali -80% dei ricoveri di un anno fa, il vaccino sconfigge la pandemia”
toti vaccino covid
Dati
Toti: “Quasi 3mila over 60 prenotati per la terza dose, saranno in sicurezza per l’inverno”
Generica
Doppio pericolo
Toti: “Stanno tornando i virus pre-Covid, importante vaccinarsi anche contro l’influenza”