Tentativo di spaccata da Mielaus: "Nei vicoli da 21 anni ne ho visto tante ma così mai" - Genova 24
Nella notte

Tentativo di spaccata da Mielaus: “Nei vicoli da 21 anni ne ho visto tante ma così mai”

Il titolare, Andrea Piccardo, è uno dei negozianti più battaglieri del centro storico contro il degrado e le situazioni di illegalità

Genova. “Stanotte abbiamo avuto una bella sorpresa. Al primo che mi viene a raccontare che questi hanno un “piano caruggi” vorrei ricordare che io in 21 anni di attività ne ho vedute tante da raccontar ma non mi era mai successo questo. Mai”.

Così Andrea Piccardo, titolare del negozio specializzato Mielaus, nel centro storico, in vico della Rosa. La sua attività, nel 2000, fu una delle prime a tentare di rilanciare la zona della Maddalena e il centro storico con negozi di qualità e ricerca.

Da allora, però, nonostante il miglioramento complessivo del contesto Piccardo non ha mai smesso di notare, ogni giorno, quello che non va. Illegalità diffusa, criminalità organizzata, degrado, socialità poco sostenuta, pochi stimoli culturali. E non ha mai mancato di dirlo ad alta voce.

Questa notte, “la sorpresa”: ignoti hanno utilizzato parte di un chiusino di ghisa, proprio vicino al negozio, per scagliarlo contro la vetrina. Non sono riusciti a romperla ed entrare ma hanno procurato un grave danno economico.

Sul caso sta già indagando la polizia, a cui Piccardo ha sporto denuncia. Una telecamera posizionata vicino al negozio è stata da tempo manomessa con dello spray ma le forze dell’ordine non disperano di risalire all’autore di quello che potrebbe essere un tentativo di rapina, una minaccia o un gesto vandalico.

“In questo momento post Covid non ci voleva – dice Piccardo, demoralizzato – spero che l’assicurazione o un fondo del Comune possano essere d’aiuto senza troppe burocrazie”. Molti i messaggi di solidarietà espressi sui social.

“Questa è la settima spaccata nell’anno – insiste Piccardo – il quartiere della maddalena prima della giunta Bucci ha visto una fase felice di attività, risanamento e coesione, da diversi anni siamo tornati indietro al degrado del 2006 e questo perché la ricetta di Bucci e Bordilli è evidentemente sbagliata”.

“Non servono i pattuglioni, non serve far gli spacconi, servono le persone, le reti sociali e bisogna smetterla con i supermercati che ci portano via utenza dal centro storico. Ora la vetrina la pago ma quello che ci ha portato via la destra al potere, sono anni di lavoro che ora non abbiamo più”, conclude il negoziante.