Sostanza oleosa emerge nel rio Pianego a Fegino. I residenti: "Dubbi sulla bonifica del 2016" - Genova 24
Inquinamento

Sostanza oleosa emerge nel rio Pianego a Fegino. I residenti: “Dubbi sulla bonifica del 2016”

Il reparto ambiente della polizia locale ha effettuato un campionamento per capire le origini della sostanza

Genova. Una lunga colata di sostanza oleosa è comparsa questa mattina nel rio Pianego a Fegino, mettendo in allarme i cittadini residenti della zona che nel 2016, presso lo stesso torrente, avevano assistito impotenti allo sversamento di greggio seguito alla rottura di una conduttura della vicina Iplom.

L’episodio è stato immediatamente segnalato alle autorità competenti che sono intervenute sul posto:  la polizia locale ha evidenziato la presenza di una non meglio specificata sostanza oleosa chiedendo l’intervento del reparto ambientale per le verifiche del caso.

Ma in attesa dei risultati emergono pesanti dubbi: “Sarebbe necessaria un’analisi del terreno – spiega Antonella Marras, coordinatrice del comitato spontaneo di Fegino – Chissà se davvero la bonifica superficiale è stata abbastanza, oggi ci chiediamo sotto ai i tubi davvero cosa ci possa essere”.

Nel frattempo rimane l’attesa per la pubblicazione della sentenza che ha accolto la richiesta di patteggiamento di Iplom per il processo nato a seguito dell’incidente del marzo 2016 quando la rottura di una tubatura durante un pompaggio verso la raffineria di Busalla provocò lo sversamento di almeno 700 mila litri di greggio prima nel Pianego e poi nel Polcevera. “Noi non molliamo di un centimetro – conclude Marras – Non può essere il profitto di pochi a mettere a repentaglio salute sicurezza ambiente e territorio”.

leggi anche
Generico novembre 2021
Disagi
Esplosioni, polveri e rumore: per i cittadini di Fegino con i cantieri Cociv/Rfi il quartiere è invivibile