Lavagnese, la prima vittoria arriva in rimonta: 3 a 2 sul campo del Ligorna - Genova 24
Quarta giornata

Lavagnese, la prima vittoria arriva in rimonta: 3 a 2 sul campo del Ligorna

Rovido, Croci e Lombardi realizzano le tre reti che permettono ai bianconeri di portare a casa i 3 punti

Genova. Turno infrasettimanale del campionato di Serie D tra Ligorna e Lavagnese, che si affrontano (ore 15) a Genova.

Entrambe le squadre sono state sconfitte nell’ultimo turno di campionato: il Ligorna ha perso (1-0) sul terreno del Gozzano, mentre la Lavagnese è stata superata, a domicilio, dal Bra, vittorioso 2-1.

Agli ordini del sig. Alessandro Recchia di Brindisi, coadiuvato dagli assistenti Vincenzo Russo di Nichelino e Lorenzo Savasta di Bra, le squadre scendono in campo nelle seguenti formazioni:

Ligorna: Atzori, Calcagno, Placido, Scannapieco, A. Bacigalupo, Gomes de Pina, Raja, Brunozzi, Donaggio, A. Garbarino, Silvestri. All. Luca Monteforte

A disposizione: Prisco, Botta, Tedesco, Alberto, Ogliari, L. Garbarino, Brusacà, Cirrincione, Casanova

Lavagnese: Calzetta, Sommovigo, Bertoletti, Avellino, Casagrande, G. Bacigalupo, Rovido, Amendola, Croci, Dotto, Lombardi. All. Gianluca Fasano

A disposizione: Ravetto, Scorza, Guglielmi, Amerise, Broso, Righetti, Vatteroni, D’Arcangelo, Oliveri

Locali schierati col 3-4-3 con Atzori in porta; Garbarino, Scannapieco e Placido sulla linea difensiva; Calcagno, Raja, Silvestri e Bacigalupo sulla mediana; Donaggio e Brunozzi sulle ali, Gomes centravanti.

Bianconeri in campo col 4-3-3: Calzetta tra i pali; in difesa Sommovigo, Casagrande, Bacigalupo, Bertoletti; a centrocampo Avellino davanti alla difesa, Amendola e l’ex Dotto; trio offensivo formato da Rovido sulla destra, Lombardi sulla sinistra e Croci al centro.

Partenza sprint dei biancoblù. Al 2° il Ligorna è già in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Raja e Calzetta, nel tentativo di uscire in presa, perde la palla che si infila nella propria porta, un grossolano errore. 1 a 0.

Al 10° una conclusione di Donaggio termina a lato di poco.

Al 14° angolo per i padroni di casa. Palla in area, la difesa respinge.

La Lavagnese si fa avanti. Al 16° prova la conclusione Amendola: alta sopra la traversa.

Al 18° manovra avvolgente sulla fascia del Ligorna, cross, Gomes colpisce di testa: alta.

Al 20° la Lavagnese pareggia con un gran gol: lancio sulla fascia destra per Rovido che riceve, sterza e con un tiro a rientrare infila il pallone all’incrocio dei pali alla destra di Atzori che non può farci nulla. 1 a 1.

Momento favorevole ai bianconeri che, spinti dall’entusiasmo per aver acciuffato il pareggio, stanno pressando a tutto campo. Partita godibile con continui cambi di fronte e tanta intensità.

Lig

Al 33° il Ligorna torna in vantaggio. Prodezza balistica di Donaggio che, fuori dall’area, fa partire un missile: si insacca all’incrocio dei pali. 2 a 1.

Al 42° azione travolgente di Brunozzi che calcia a rete, respinge Calzetta, riprende Donaggio che manda a lato fallendo la terza rete.

Al 46° punizione battuta da Dotto, svirgolata da un compagno, riprende Casagrande che conclude: respinta e l’arbitro fischia la fine del primo tempo.

Si va al riposo con il Ligorna in vantaggio 2-1.

Bella partita che è stata sbloccata per un infortunio dal portiere della Lavagnese; il Ligorna poi si è riportato in vantaggio con Donaggio. Risultato sostanzialmente giusto visto che ci sono anche altre due situazioni in area bianconera da analizzare: secondo me in entrambi i casi Donaggio è stato atterrato in maniera irregolare ma l’arbitro ha fatto proseguire” è il commento di Claudio Bianchi di Dilettantissimo.

Li

Secondo tempo. Non si registrano sostituzioni.

Al 5° calcio di punizione per i biancoblù. Lo batte Calcagno, ma lo schema non riesce.

Al 7° un tiro da fuori area di Bertoletti non insidia la porta difesa da Atzori.

Al 12° la Lavagnese ristabilisce la parità. Azione prolungata sulla fascia che porta al cross Rovido, in area sbuca Croci che la mette in rete. 2 a 2.

Al 16°, tra i locali, Cirrincione prende il posto di Bacigalupo.

La Lavagnese ora ci crede e vuole la prima vittoria. Al 20° cross di Rovido, gran colpo di testa di Croci che esce di un soffio.

Al 23° ammonito mister Fasano per proteste.

Al 24° cartellino giallo a Garbarino per gioco scorretto.

Al 28° punizione a favore della Lavagnese sulla trequarti, palla messa in area ma c’è fuorigioco.

Al 29° brutta entrata da dietro di Placido ai danni di Croci: cartellino giallo.

Momento di grande nervosismo: ne fa le spese Sommovigo che viene ammonito.

Al 34° corner per il Ligorna. Palla troppo lunga per tutti.

Esce Croci, al suo posto entra D’Arcangelo.

Al 35° conclusione sbilenca di Cirrincione da fuori area.

Al 36° Righetti prende il posto di Sommovigo.

Al 38° la Lavagnese passa in vantaggio. Azione di ripartenza, tiro di D’Arcangelo, sulla respinta si avventa Lombardi che infilza il portiere. 2 a 3. Abbraccio collettivo di tutta la squadra con mister Fasano.

Viene ammonito Rovido.

Al 40° tiro da fuori area di Raja, Calzetta respinge coi pugni.

La squadra genovese reclama a gran voce il calcio di rigore per un’entrata in area di rigore su Silvestri, ma l’arbitro lascia correre. Recchia si avvia verso la panchina ed estrae il cartellino rosso all’indirizzo di Luca Monteforte.

Sono cinque i minuti di recupero. Placido, molto nervoso, atterra Dotto, rischiando il secondo cartellino. La Lavagnese approfitta della punizione sulla trequarti per guadagnare tempo. Tanto nervosismo da ambo le parti; viene ammonito Brunozzi.

Il Ligorna con palle lunghe cerca di trovare il pareggio, ma i bianconeri difendono con attenzione.

Al 49° corner per i biancoblù: tutti avanti alla ricerca del pari. Palla in area, colpo di testa di un difensore che allontana, Atzori rilancia. Calzetta col pugno allontana. Arriva il triplice fischio.

Finisce col successo della Lavagnese per 3 a 2. Per la squadra allenata da Fasano è la prima vittoria in campionato, grazie alla quale sale a quota 3 punti. Il Ligorna resta fermo a quota 6.

leggi anche
Luca Monteforte
Finale amaro
Ligorna, Luca Monteforte: La squadra ha perso un po’ di fiducia, siamo stati meno solidi”
Gianluca Fasano
Parola al mister
Lavagnese, vittoria e abbraccio al mister Gianluca Fasano: “Coi ragazzi si è instaurato un rapporto molto forte”