Sampierdarena, bando del Comune per gestire la "palestra" dei Magazzini del Sale - Genova 24
Valorizzazione

Sampierdarena, bando del Comune per gestire la “palestra” dei Magazzini del Sale

Si parla di tre piani e 500 metri quadri, il Comune chiede un canone di circa 15mila euro all'anno. Il municipio spera si possa usare anche per le scuole

Magazzini del Sale

Genova. Quasi 500 metri quadri su tre piani, con servizi e locale tecnico inclusi, in un edificio storico e passato dal demanio al Comune di Genova nel 2015. E’ stato pubblicato sul sito dell’amministrazione civica il bando per la concessione per sei anni (+ sei) a società sportive o associazioni di via Sampierdarena 36, conosciuto come “la palestra” dei Magazzini del Sale. Il bando scade il 6 dicembre.

L’edificio, tra la bocciofila e il centro sociale Zapata, sorge nella fascia di confine tra l’abitato di via Sampierdarena e la zona portuale di lungomare Canepa. Il bastione è stato modificato più volte, messo in sicurezza a partire dagli anni Settanta con diversi interventi ma si presenta piuttosto grezzo, con muri di pietra a vista, intonaco a calce, e sostanzialmente spoglio. E’ vincolato dalla Sovrintendenza.

Nel marzo 2017 il Comune di Genova si è aggiudicato le risorse messe a disposizione dallo stato attraverso il “bando periferie”, programma straordinario di riqualificazione, che per Genova interessa gli ambiti di Sampierdarena, Campasso e Certosa e che comprende diversi interventi di recupero di strutture e spazi urbani, tra cui il Centro Civico Buranello e i Magazzini del Sale. E’ con quei fondi che la struttura è stata parzialmente risistemata a ora il Comune vuole mettere a frutto la ristrutturazione. Vuoto e inutilizzato fino a oggi, dopo aver ottenuto l’agibilità sarà quindi a disposizione del quartiere.

Gli obbiettivi del bando. “Scopo del presente bando è l’individuazione di un soggetto che, attraverso l’utilizzo in concessione dei locali in oggetto, sviluppi azioni positive sul territorio realizzando attività, iniziative e progetti di utilità ed innovazione culturale, sociale, educativa, ludica e sportiva destinate ai giovani ed alla realtà territoriale in cui il bene è situato”, si legge nel bando.

Il Comune chiederà in cambio della concessione un canone annuale di 27mila euro che sarà automaticamente abbattuto fino al 40% oltre all’impegno al gestore di effettuare la maanutenzione ordinaria e ed eventuali necessari interventi sugli impianti per la messa a norma e sui locali per renderli idonei alle attività che vi saranno svolte.

A chi è destinato il bando. Possono presentare domanda di assegnazione dei locali in questione gli enti del terzo settore, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali incluse le cooperative sociali, reti associative, società di mutuo soccorso, associazioni, riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi.

Ipotesi. In passato il municipio Centro Ovest aveva chiesto al Comune di poter disporre della palestra dei Magazzini del Sale per destinarli alle scuole al mattino e all’università della terza età e per la ginnastica al pomeriggio. “Ma il Comune ha mantenuto la proprietà – spiega il presidente di municipio Michele Colnaghi – auspichiamo che il bando consenta di sfruttare quello spazio con attività utili al quartiere, ma per noi sarebbe davvero importante avere una valvola di sfogo per le scuole che spesso non hanno palestre a disposizione”.