Sampdoria: quando la necessità diventa virtù (e forse un suggerimento per il futuro) - Genova 24
Post partita

Sampdoria: quando la necessità diventa virtù (e forse un suggerimento per il futuro) fotogallery

Senza Thorsby e Damsgaard e con Quagliarella in panchina, la Sampdoria è riuscita a mantenere un equilibrio che raramente si era visto nelle partite precedenti

Sampdoria Vs Spezia

Genova. Missione compiuta. La Sampdoria non doveva fallire l’appuntamento casalingo contro lo Spezia e ha portato a casa i tre punti. La squadra di D’Aversa, oggi sostituito in panchina da Tarozzi, compie un bel salto in classifica raggiungendo momentaneamente Empoli e Udinese a nove punti.

Questa potrebbe essere la partita della svolta per il campionato dei blucerchiati, che sono sembrati più nel match a livello mentale, più concentrati in difesa e con opzioni offensive finalmente non più obbligate.

Tenere a riposo Quagliarella si è mostrata un’arma vincente. Per il capitano uno scampolo di partita. Gabbiadini e Caputo, anche se non hanno segnato, hanno dato vivacità al reparto, supportati da un Candreva formato goleador.

L’avversario non era il più difficile, ma come ha detto D’Aversa in conferenza stampa pre-partita oggi avrebbe contato l’atteggiamento, l’abnegazione, l’attenzione che di solito i suoi giocatori riescono a mettere in allenamento e non durante la partita. Con una squadra scarica e sfilacciata le cose sarebbero andate diversamente.

Senza Thorsby, oggi la Sampdoria si è coperta per poi attaccare con ordine e l’assenza di Damsgaard, che ancora deve recuperare dall’infortunio, ha forse mostrato che in questo inizio di campionato il danese non è stato l’arma in più tra i blucerchiati.

Ora, con un morale decisamente più sereno, i blucerchiati potranno affrontare l’impegno casalingo contro l’Atalanta di mercoledì.

Sampdoria-Spezia 2-1

Reti: Candreva 15′; Candreva 36′; 94′ Verde

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello, Candreva (87′ Ferrari), Verre (20′ Dragusin), Silva, Askildsen, Gabbiadini (70′ Chabot), Caputo (87′ Quagliarella).
A disposizione: Ravaglia, Falcone, Torregrossa, Ciervo, Depaoli, Yepes Laut, Murru, Trimboli.
Allenatore: Tarozzi
Spezia: Provedel, Ferrer, Hristov, Nikolaou, Bastoni, Kovalenko, Maggiore, Strelec, Salcedo (77′ Podgoreanu), Gyasi (58′ Nzola), Aniste (58′ Verde).
A disposizione: Zoet, Zovko, Podgoreanu, Delorie, Bertola.
Allenatore: Thiago Motta.
Arbitro: Fabbri di Ravenna.
Ammoniti: Beresynski, Colley (Sa); Hristov (SP)
Spettatori: 7.493 paganti, incasso 120.605 di cui 2.877 abbonati per due gare. Quota abbonamento 38.185 euro.

leggi anche
Sampdoria Vs Spezia
Finita
Sampdoria-Spezia 2-1: i blucerchiati non falliscono, Candreva eroe del match