Sampdoria e l'equilibrio da recuperare, per D'Aversa è solo questione di atteggiamento - Genova 24
Cosa non va?

Sampdoria e l’equilibrio da recuperare, per D’Aversa è solo questione di atteggiamento

La Sampdoria è cambiata nella ripresa pur non modificando il suo assetto o sostituendo uomini, merito anche di Candreva e Quagliarella

Sampdoria vs Udinese

Genova. Sampdoria-Udinese doveva essere la partita del rilancio e lo è stata solo in parte. Non sappiamo se D’Aversa vedrà il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Da un lato questa Sampdoria ha dimostrato di saper recuperare per ben due volte, dall’altro sono troppe le incertezze difensive che questa squadra sta mostrando. Da un lato Candreva sta finalmente dimostrando personalità e classe, dall’altro manca quel guizzo tra le alternative in panchina che potrebbero dare una svolta alla partita quando sta andando male. Il recupero di Gabbiadini sarà determinante per dare un po’ di respiro a Quagliarella, che oggi è tornato a giocare da par suo.

Sino alla fine del primo tempo la Sampdoria sembrava pagare nei confronti dell’Udinese uno scotto sia fisico sia mentale. La retroguardia si è mostrata particolarmente disattenta eppure è la stessa dello scorso anno. A centrocampo si registra una crescita di Silva, sempre più dinamico e nel centro del gioco, mentre Thorsby e Damsgaard ancora non sono al massimo della forma. Nella ripresa, con Candreva che praticamente andava a fare la terza punta esterna, la Sampdoria ha sfruttato meglio gli spazi, calando gli assi con alcune giocate importanti dei suoi elementi migliori.

Il “disordine” in campo con i continui rovesciamenti di fronte è sembrato quasi essere più congeniale agli uomini di D’Aversa, che ha mosso la classifica prima della sosta e poi andrà a Cagliari, un altro appuntamento importante per capire che tipo di campionato sarà quello disputato dai blucerchiati. La sosta per D’Aversa capita a pennello per recuperare gli infortunati anche se sette nazionali saranno via.

“Dovrò lavorare sugli equilibri – dice il mister – peccato perché per il gol di Antonio la squadra avrebbe dovuto portar e casa il risultato pieno. Anche oggi abbiamo fatto tre gol e non abbiamo vinto. I tre punti in casa ci mancano e ci tenevamo, peccato”. Eppure, nonostante la Sampdoria non abbia cambiato nulla nell’intervallo, è apparsa diversa.

D’Aversa evidenzia che nel primo tempo l’Udinese ha giocato meglio: “Loro più determinati e cattivi, hanno predominato sui duelli, ma nella ripresa siamo stati bravi a ribaltarla con merito”.

Intanto il mister si coccola i suoi gioielli: “Candreva sta facendo grandissimo campionato, nonostante abbia 34 anni e può far meglio. È giusto che si ponga obiettivi per migliorarsi. Quagliarella ha fatto giocate di qualità e davanti è stato tra quelli che ha creato di più. Sapevamo che si sarebbe sbloccato, oggi ha dimostrato di essere il campione che è”.

Sampdoria-Udinese 3-3

Reti: 15′ Pereyra; 24′ aut. Stryger Larsen; 44′ Beto; 48′ Quagliarella (R); 69′ Candreva; 82′ Forestieri

Sampdoria: Audero; Bereszynski,Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Silva (72′ Ekdal), Thorsby, Damsgaard (72′ Askildsen); Caputo, Quagliarella (86′ Quagliarella).
A disposizione: Ravaglia, Falcone, Chabot, Torregrossa, Ciervo, Depaoli,  Dragusin, Ferrari, Murru, Trimboli.
Allenatore: D’Aversa
Udinese: Silvestri, Becao, Nuytinck, Samir (79′ Forestieri), Stryger Larsen (79′ Soppy), Pereyra, Walace, Makengo (79′ Samardzic), Udogie (59′ Molina), Beto, Deulofeu (50′ Arslan).
A disposizione: Padelli, Piana, Zeegelar, Jajalo, Pussetto, De Maio.
Allenatore: Gotti
Arbitro: Orsato di Schio
Ammoniti: Thorsby, Askildsen, Bereszynski, Ekdal (S) Silvestri, Pereira, Walace, Becao, Forestieri (U)
Spettatori: 4.292 per un incasso di 71.645 euro

 

 

 

 

leggi anche
Sampdoria vs Udinese
In corso
Succede di tutto in Sampdoria-Udinese 3-3, ecco la cronaca minuto per minuto