Porto di Pra', continua la protesta: sciopero ad oltranza e terminal bloccato - Genova 24
Tensione e attesa

Porto di Pra’, continua la protesta: sciopero ad oltranza e terminal bloccato

Una nuova giornata ad alta tensione nel terminal del ponente in attesa delle nuove proposte contrattuali

Secondo giorno di caso al Terminal Psa di Pra'

Aggiornamento ore 12,00 – Non arriva l’accordo per il rinnovo dei contratto integrativo dei lavoratori portuali: lo sciopero ai terminal Psa di Pra’ continuerà anche oggi.

Genova. Prosegue anche questa mattina la protesta dei camionisti che da lunedì pomeriggio stanno incrociando le braccia per protestare contro le condizioni di lavoro bloccando di fatto il porto di Pra’. La trattativa tentata ieri pomeriggio a Palazzo San Giorgio tra i rappresentanti sindacali dei dipendenti del terminal e l’azienda non è andata a buon fine, oggi è previsto l’arrivo sul tavolo di una nuova proposta sul contratto integrativo, a cui seguirà l’assemblea dei lavoratori. ;a fino ad allora proseguirà lo sciopero con le modalità che abbiamo visto in queste ore.

ECCO COSA STA SUCCEDENDO

Alcune decine di tir restano incolonnati all’uscita del casello di Pra’ dell’autostrada A10, che è comunque accessibile tranne che ai mezzi pesanti. Al momento la situazione della viabilità potrebbe reggere, ma si teme che durante la giornata possano arrivare altri veicoli ad alimentare l’ingorgo.

Dall’altra parte i lavoratori del terminal Psa protestano per chiedere il rinnovo della contrattazione integrativa scaduta da 5 anni e recriminano salari inadeguati a fronte di un aumento delle ore di servizio. Lo sciopero era stato comunicato con 15 giorni di anticipo, ma nonostante il preavviso il braccio di ferro è andato avanti fino ad oggi con l’inizio di una mediazione da parte dell’Autorità portuale che finora si era chiamata fuori dalla vertenza. Se la trattativa aziendale andasse in porto ci sarebbero buone possibilità che si sblocchi la situazione.

L’esasperazione è latente da settimane visto che il tema delle attese infinite si era già riproposto a settembre, e ancor prima in estate, al terminal Sech. È da questo disagio, sommato ai ritardi provocati dai cantieri in autostrada e alla mancanza di servizi per i trasportatori, che nasce l’iniziativa di protesta dei camionisti. Ma su questo malcontento si innestano altri temi, come quello del green pass, visto che molti autisti (si stima circa il 25%) non sono vaccinati e l’obbligo scatterà tra pochi giorni. Così anche nei piazzali Psa ci sono diversi camionisti, in maggior parte stranieri, che stanno approfittando del blocco per attaccare il certificato verde e chiedere tamponi gratis.

 

leggi anche
Secondo giorno di caso al Terminal Psa di Pra'
Tensione e attesa
Porto di Pra’, continua la protesta: sciopero ad oltranza e terminal bloccato
Secondo giorno di caso al Terminal Psa di Pra'
Esplosivo
Ecco perché i camionisti a Genova hanno perso la pazienza (e non c’entra il green pass)
Secondo giorno di caso al Terminal Psa di Pra'
Delirio
Sciopero in porto e camionisti in rivolta al terminal Psa: casello di Pra’ bloccato
Secondo giorno di caso al Terminal Psa di Pra'
Agitazione
Rinnovo del contratto per i portuali Psa, non c’è l’accordo: sciopero continua ad oltranza