Paganini Genova Festival, dal 7 al 10 ottobre viaggio nel tempo e nelle arti: tutti gli eventi - Genova 24
Non solo violini

Paganini Genova Festival, dal 7 al 10 ottobre viaggio nel tempo e nelle arti: tutti gli eventi

Oltre a ben 5 concerti, partendo con la violinista Lisa Jacobs in duo con il pianista Dario Bonuccelli, ci sarà anche una conversazione sulle arti visive

Generico ottobre 2021

Genova. Dopo il concerto inaugurale del 6 ottobre, con Nancy Zhou e Stefano Musso, entra nel vivo il Paganini Genova Festival, con un ventaglio di appuntamenti, musicali e non solo.

Oltre a ben 5 concerti, partendo da quello di giovedì 7 ottobre alle 20.30, protagonisti la violinista Lisa Jacobs in duo con il pianista Dario Bonuccelli, ci sarà infatti anche una conversazione sulle arti visive: “Ritratti e ritrattisti ai tempi di Paganini”, in programma venerdì 8 alle 17 all’Accademia Ligustica di Belle Arti. Di sicuro interesse anche il concerto del Quartetto Paganini, previsto sabato 9 ottobre alle 20.30 alla Chiesa di San Donato.

Giovedì 7 ottobre, ore 20.30, all’Oratorio di San Filippo (produzione Associazione Corelli) si terrà il concerto di Lisa Jacobs e Dario Bonuccelli. La violinista, formatasi al conservatorio di Amsterdam, è celebre per le sue esecuzioni appassionate e la comunicatività della presenza scenica. Assieme a Bonuccelli, già vincitori di concorsi nazionali e internazionali, eseguirà la Sonata n.2 op. 100 di Brahms, la trascrizione dell’aria “La calunnia” del “Barbiere di Siviglia” e “Mot a Paganini” di Rossini, “I palpiti” M.S. 77 di Paganini, la Sonata n.2 op. 94 bis di Prokof’ev, “Chant de Roxane” da “Re Ruggero” di Szymanowsky e “Fantasia concertante su temi dal Faust op. 20” di Wieniawsky.
Ingresso: 10 euro (5 euro per i soci e per i clienti Carige, gratuito per i ragazzi fino ai 12 anni)

Venerdì 8 ottobre un doppio appuntamento.
Alle 17, all’Accademia Ligustica di Belle Arti, è in programma la conversazione “Ritratti e ritrattisti ai tempi di Paganini”. Protagonista Giulio Sommariva, Conservatore del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti. Il volto del violinista è fra quelli più rappresentati nella ritrattistica del XIX secolo: grazie alla sua tecnica, alla sua creatività, ma anche al self marketing, divenne un’icona del mondo musicale dell’epoca. Sommariva racconterà i più celebri ritratti, da quello a matita di Ingres al busto di Santo Varni.
Ingresso: gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili, con precedenza alle prenotazioni dei soci.

Alle 20.30, al Monastero di Santa Chiara, in collaborazione con Collegium Pro Musica – Le vie del Barocco, si esibirà Il Cenacolo Musicale, ensemble composto da Giampiero Zanocco (violino), Federico Toffano (violoncello) e Donatella Busetto (cembalo). Il gruppo, formatosi a Sacile, in provincia di Pordenone, propone una scelta di sonate composte allo scadere della metà del Settecento, capisaldi del virtuosismo strumentale: la Sonata op. 8 n. 6 in Mi bemolle maggiore per violino e basso continuo di Locatelli, la sonata op. 3 n.4 in Sol minore per violino e basso continuo di Pugnani, la Sonata op.2 n.1 in Sol minore per violino e basso continuo di Tartini e la Sonata op. 8 n.6 in Mi bemolle maggiore per violino e basso continuo, ancora di Locatelli. Ingresso: 10 euro (5 euro per i soci e per i clienti Carige, gratuito per i ragazzi fino ai 12 anni)

Sabato 9 ottobre, due appuntamenti con la musica:
Alle 11, alla sede di Banca Carige, in via Cassa di Risparmio 15, si esibirà il chitarrista Fabrizio Giudice, già vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, in una scelta di brani per chitarra di Paganini (Sonata M.S. 84 n. 32 in Mi maggiore, Sonata M.S. 84 n. 33 in Do minore, Sonata M.S. 84 n. 34 in La maggiore, Grand Sonata M.S. 3: Romanza e Andantino variato) e di Astor Piazzolla (1921 – 1992): da “Cinco piezas”: “Acentuado”, “Triston”; “Compadre”.
Ingresso: gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili, con precedenza alle prenotazioni dei soci.
Alle 20.30 la Chiesa di San Donato, dove è custodito l’atto battesimale del virtuoso genovese, ospita il concerto del Quartetto Paganini. L’ensemble, nato per valorizzare la produzione cameristica di Paganini e composto da Stefano Cometto al violino, Giovanni Matteo Brasciolu alla viola, Michelangiolo Mafucci al violoncello, Carlo Fierens alla chitarra, presenta una scelta di brani del genio ligure: il Quartetto per archi e chitarra n. 7 M.S.34 e il Quartetto per archi e chitarra n.15 M.S.42.
Ingresso: 10 euro (5 euro per i soci e per i clienti Carige, gratuito per i ragazzi fino ai 12 anni)

Domenica 10 ottobre, alle 20.30 a Palazzo Ducale, nel Salone del Minor Consiglio, toccherà al mezzosoprano Elena Belfiore e al pianista Roberto Mingarini trasportare il pubblico sul filo sottile che unisce il violino e la voce umana. Belfiore, una delle voci più interessanti della sua generazione, assieme a Mingarini, eseguirà “Ghiribizzo vocale” di Paganini, alcuni “Péchés de vieillesse” e “Di tanti palpiti” di Rossini, lo “Studio n.5 – La caccia” di Liszt e Paganini, le Variazioni su “Nel cor più non mi sento” da “La molinara” di Paisiello e “Sul margine d’un rio” di N. Paganini/G. Cordella.
Ingresso: 10 euro (5 euro per i soci e per i clienti Carige, gratuito per i ragazzi fino ai 12 anni)

Accesso e prenotazioni
L’accesso alle sale sarà consentito fino all’esaurimento dei posti previsti dalla normativa vigente.
La prenotazione è vivamente consigliata e – se confermata con il pagamento – sarà valida fino a 30 minuti prima dell’inizio del concerto. L’accesso agli spettacoli è consentito con Greenpass, tampone o certificato di guarigione da Covid. Le regole d’accesso potranno subire modificazioni sulla base di eventuali nuove normative. Anche la capienza delle sale è regolamentata dalla normativa vigente.
Per informazioni e prenotazioni: cellulare e WhatsApp 3756039840; prenotazioni@niccolopaganini.it
www.niccolopaganini.it

Più informazioni