Disastro

Nuova frana sulla A26: chiuso anche il tratto verso Genova da Predosa a Masone

La valle Stura completamente isolata

Generica

Genova. Poco dopo le 17:45, sulla A26 Genova Voltri – Gravellona Toce, è stato chiuso il tratto compreso tra il bivio con la D26 (diramazione Predosa-Bettole) e Masone, in direzione Genova, a causa di una frana, dovuta alle precipitazioni straordinarie che stanno interessando la zona nelle ultime ore, avvenuta al km 22 nei pressi della galleria Broglio.
Permane la chiusura, in direzione Gravellona, del tratto di A26 compreso tra il bivio con la A10 e Ovada a causa della frana precedentemente avvenuta al km 22 alle ore 13 circa.

Sul luogo dell’evento è intervenuta la Polizia Stradale e il personale della Direzione 1° Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia.

Attualmente, nel tratto chiuso in direzione Genova, il traffico è bloccato. A seguito delle precipitazioni, la SS456 del Turchino è stata chiusa in via precauzionale. Pertanto, per gli utenti provenienti da Milano e diretti a Genova, si consiglia di percorrere l’autostrada A7. Per gli utenti provenienti da Milano e diretti a Savona, invece, si consiglia di percorrere l’autostrada A21 e poi l’A6. Per gli utenti provenienti da Livorno e diretti a Milano, si consiglia di percorrere l’autostrada A7. Per gli utenti provenienti da Savona e diretti a Milano e Torino, invece, si consiglia di percorrere l’autostrada A6.

leggi anche
frana a26 masone
Da monitorare
Allerta, viabilità compromessa dalle frane: chiuse l’A26 e i Giovi. Niente treni in Valle Stura

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.