No green pass, duemila in piazza dopo lo sgombero del presidio in porto - Genova 24

Genova. Non si sono fatti scoraggiare dallo sgombero avvenuto due giorni fa del presidio dei portuali no green pass al varco Etiopia e oggi, come ogni sabato da 14 settimane, sono tornati in piazza.

Le modalità della protesta organizzata da Libera piazza solo sempre le stesse: interventi in piazza da parte di vari relatori e poi il lungo corteo. Questo pomeriggio sono però cambiati la piazza di partenza e quella di arrivo.

La manifestazione ha visto un concentramento alle 15 in piazza Caricamento dove poco dopo le 17 è partito un lungo corteo che ha percorso via Gramsci, via delle Fontane, piazza della Nunziata, le gallerie, piazza Corvetto, via XX Settembre per arrivare in piazza della Vittoria dove dopo le 19 si terrà un concerto per la Costituzione.

Circa duemila i manifestanti tra gli slogan che derivano dagli scioperi operai (‘La gente come noi non molla mai’ viene tradizionalmente intonata dagli operai dell’Ilva), richiami (piuttosto impropri questi) alla Resistenza partigiana e slogan contro il Governo, il premier Draghi e il minstro dell’Interno Lamorgese ma, come è sembre accaduto con le manifestazioni genovesi, il corteo si sta svolgendo in maniera pacifica e senza alcun tipo di tensione.

Più informazioni
leggi anche
Libera piazza portuali triestini
Gemellaggio
No green pass, anche i portuali triestini a Genova per la manifestazione del sabato