Lotta allo spaccio, la Prefettura di Genova premia il progetto della polizia locale di Santa Margherita - Genova 24
Iniziativa

Lotta allo spaccio, la Prefettura di Genova premia il progetto della polizia locale di Santa Margherita

Il progetto comprende nello specifico una serie di iniziative come l'assunzione, a tempo determinato per il periodo estivo, di due agenti dedicati alla 'battaglia'

polizia municipale santa margherita

Santa Margherita. È stato approvato il progetto, presentato dal Comando di Polizia Locale del Comune di Santa Margherita Ligure, riguardante il processo di sensibilizzazione da svolgere sul territorio in merito al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e alle relative attività di controllo. L’approvazione garantisce, da parte del Ministero dell’Interno, un finanziamento di 32.826 euro annui sino al 2023.

Il progetto approvato, che è stato illustrato dal Comandante della Polizia Locale di Santa Margherita Ligure, Luigi Penna, in occasione di un apposito incontro che si è tenuto nei giorni scorsi in Prefettura a Genova, comprende nello specifico una serie di iniziative come l’assunzione, a tempo determinato per il periodo estivo, di due agenti di Polizia Locale, oltre all’attività lavorativa straordinaria da parte del personale di Polizia Locale; la sensibilizzazione, tra gli studenti degli istituti scolastici, in merito al pericolo di consumo di sostanze stupefacenti; l’acquisto di uno strumento per l’accertamento della guida in stato di alterazione a seguito dell’assunzione di sostanze stupefacenti e di un rilevatore per effettuare test rapidi antidroghe.

«Un lavoro capillare in tal senso – ricorda il Comandante Penna – è già stato svolto negli anni precedenti, così come nel corso di questo 2021, in coordinamento con la Guardia di Finanza della Tenenza di Rapallo e i Carabinieri della Compagnia di Santa Margherita Ligure, a volte anche con l’ausilio anche di unità cinofile, e ha portato a buoni risultati. Questi ulteriori finanziamenti ministeriali in arrivo, ci permetteranno di avere a disposizione più personale e più strumenti per garantire la sicurezza stradale».

«In questi anni abbiamo lavorato sulla cultura della sicurezza – dichiara il Sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni – L’abuso di alcol tra minori piuttosto che il consumo di sostanze stupefacenti non sono solo una questione di ordine pubblico ma un problema sociale. I provvedimenti adottati in particolare in estate, e che coinvolgono anche il tessuto economico cittadino, sono un messaggio alle famiglie con cui si dice che a Santa Margherita Ligure c’è un attenzione e una sensibilità particolare nel garantire un divertimento sano e consapevole»