La trasferta in treno dei genoani alla Spezia diventa un incubo per gli altri viaggiatori - Genova 24
Disagi

La trasferta in treno dei genoani alla Spezia diventa un incubo per gli altri viaggiatori

Il treno ha accumulato un'ora di ritardo, arrivando alla Spezia alle 18.30. La Polfer è intervenuta a Chiavari

treno genoani pieno

Genova. Un’ora di ritardo accumulata a causa del via vai alle fermate, fumogeni accesi alle stazioni di Genova Brignole e Genova Principe, confusione a bordo, mancato rispetto dell’obbligo di mascherina.

I tifosi genoani (oltre 300) che ieri hanno deciso di usare il treno per raggiungere La Spezia in vista della partita contro gli Aquilotti hanno dato qualche problema ai viaggiatori a bordo. Il convoglio era l’intercity 669 con partenza da Milano e diretto a Livorno, arrivato a Brignole alle 15.53.

Una lettrice segnala: “Nessuna possibilità per noi di muoversi, perché il treno era completamente stipato, tra persone che bevevano alcolici e fumavano. Quando la situazione stava diventando insostenibile, il capotreno ha deciso di spostare qualche passeggero non tifoso in prima classe”.

L’intervento della Polfer, riferisce Trenitalia, è avvenuto alla stazione di Chiavari. Sempre secondo quanto riporta l’azienda il treno è arrivato alla Spezia con circa un’ora di ritardo, attorno alle 18.30, proprio all’orario in cui i tifosi avrebbero già dovuto essere allo stadio per il fischio d’inizio. Le ripercussioni si sono riflettute anche sulla puntualità degli altri convogli.