La Sampdoria perde anche a Cagliari: Joao Pedro e Caceres condannano i blucerchiati - Genova 24
In diretta

La Sampdoria perde anche a Cagliari: Joao Pedro e Caceres condannano i blucerchiati

Inutile il goal di Thorsby, che aveva riacceso le speranza della squadra di D'Aversa

Sampdoria Vs Napoli

CAGLIARI 3 (4′, 93′ Joao Pedro, 73′ Caceres) – SAMPDORIA 1 (81′ Thorsby)

L’ANALISI DEL MATCH

95′ Triplice fischio, quarta sconfitta su otto partite per la Samp.

93′ Tris del Cagliari. Cragno lancia lungo. Palla che finisce a Nandez dopo una spizzata di Pavoletti. Il centrocampista uruguayano serve l’accorrente Joao Pedro. L’attaccante fredda Audero calciando di prima.

91′ Verre lancia dentro Yoshida, appoggio di petto per Caputo. Cragno fa muro. Sulla ripartenza, Thorsby fa fallo su Joao Pedro. Espulso D’Aversa, che protesta per una trattenuta di Ceppitelli su Caputo nell’occasione precedente.

88′ Bel cross di Candreva, Colley svetta più in alto di tutti. Prova a girarla sul secondo palo ma la sfera finisce a lato.

85′ Ammonito Strootman nelle fila del Cagliari. Mazzari mette dentro Pavoletti al posto di Keita. Gara maiuscola per l’ex Samp, impreziosita dall’assist per il primo goal.

81′ La Samp riapre la partita! Cross di Caputo, questa volta il Cagliari è disattento e Thorsby di testa corregge in rete.

73′ Raddoppio del Cagliari! Caceres riceve palla al limite dell’area a seguito di una punizione messa in mezzo. Conclusione decisa, la deviazione di Thorsby rende la traiettoria, diretta all’incrocio alla destra di Audero, imprendibile per il portiere doriano.

72′ Cross di Candreva. Blocca Cragno. Here we go again!

70′ Il piano della Samp sembra essere “crossiamo e poi vediamo”. Legittimo con Quagliarella e Caputo. Un po’ meno se si pensa ai risultati sortiti fin qui.

64′ Keita combina con Deiola e riceve a pochi passi dalla porta. Uscita bassa di Audero provvidenziale. D’Aversa ha inserito Verre per Askildsen.

63′ Dopo il vantaggio dei padroni di casa, l’unica vera e grande occasione del match è stata per la Samp (si veda il palo di Candreva). Detto questo, ci si aspetterebbe di più in termini di proposta offensiva da una squadra che ha Candreva-Quagliarella e Caputo.

62′ Attacca il Cagliari. Palla che arriva a Keita, conclusione difficile dal limite dell’area che si spegne a lato.

58′ Giallo anche per Yoshida, anche questo per merito di Joao Pedro.

57′ Mazzarri manda dentro Ceppitelli al posto di Godin.

56′ Candreva crossa dalla destra per Quagliarella. Traversone troppo alto.

53′ D’Aversa inserisce Caputo al posto di Gabbiadini. I blucerchiati passano al 4-4-2.

50′ Thorsby duro su Joao Pedro. Ammonito: salterà il derby regionale contro lo Spezia.

47′ Augello scodella per Askildsen che spizza, la palla perviene in area a Gabbiadini che prova a girare verso la porta ma non riesce a dare abbastanza forza e precisione.

46′ Primo tiro del Cagliari. Ci prova Marin. Audero blocca a terra.

Secondo tempo

48′ Fine primo tempo.

44′ Saranno tre i minuti di recupero.

41′ Candreva prova a incunearsi in area con Quagliarella che gli corre vicino. Intervento da manuale della difesa di Godin che interviene pulito sul pallone.

36′ Cross di Candreva per Quagliarella, che viene sbilanciato da Nandez. Non ci sono però gli estremi per il calcio di rigore.

34′ Fase di stallo in una partita che è andata spegnendosi. Situazione che però va bene al Cagliari. La Sampdoria dovrebbe fare qualcosa di più per evitare di concludere l’ottava giornata in una posizione di classifica più che precaria. D’altro canto, è anche importante non gettarsi all’arma bianca in avanti perché in caso di raddoppio sarebbe poi davvero complicato tornare in Liguria con almeno un punto.

24′ Match che vede le due squadre disposte in maniera ordinata. Leggermente meglio la Samp col passare dei minuti, ma al momento il risultato premia i padroni di casa.

20′ Ancora la Samp di avanti. Gabbiadini serve Quagliarella al limite. La punta napoletana si gira e batte a rete. Tiro debole e centrale, facile preda di Cragno.

15′ La Samp ha reagito alla botta iniziale, attaccando con maggiore costanza rispetto ai primissimi minuti.

12′ Samp vicinissima al pareggio. Quagliarella porta palla verso la porta e apre per Candreva. Bel tiro dell’esterno sinistro genovese che incontro il palo interno alla sinistra di Cragno. Fallo di Carboni su Candreva. Il difensore rossoblù è il primo ammonito della gara.

10′ Primo cambio nel Cagliari. L’infortunato Dalbert lascia il posto a Deiola.

6′ Vantaggio del Cagliari! Eh sì, dopo  due minuti di controlli al Var l’arbitro convalida il goal dei sardi, arrivato grazie a un delizioso tocco dell’ex Keita a beneficio dell’attaccante brasiliano. Goal nato da un lancio sbagliato di Candreva.

4′ Il Cagliari parte forte come preventivabile. Sampdoria chiusa nella propria metà campo. Forcing offensivo che porta al goal di testa di Joao Pedro, annullato per fuorigioco.

1′ La Samp cambia modulo rispetto alle scorse partite. D’Aversa opta per il 4-3-3 con Gabbiadini e Candreva sugli esterni e a sostegno della prima punta Quagliarella. Idem Mazzarri, che propone i sardi con il 4-4-2.

Formazioni ufficiali

Cagliari (4-4-2): Cragno; Caceres, Godin, Carboni; Lykogiannis, Nandez, Strootman, Marin, Dalbert; Joao Pedro, Keita. All: Mazzarri.

Sampdoria (4-3-3): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Thorsby, Silva, Askildesn; Candreva, Quagliarella, Gabbiadini. All.: D’Aversa.

Abitro: Marchetti di Ostia
Guardalinee: Dei Giudici, Grossi
Quarto uomo: Meraviglia
Var: Aureliano
Avar: Volpi

Cagliari. Ottava di campionato. Gara importante per i blucerchiati. Dopo un avvio zeppo di match contro le big e il pareggio per 3 a 3 con l’Udinese, oggi arriva un match che sulla carta appare complicato: il fanalino di coda Cagliari, dell’ex Mazzarri, sarà alla disperata ricerca della prima vittoria per evitare di rivivere i fantasmi dello scorso anno. Una formazione, quella sarda, che all’urgenza di punti dell’ultima in classifica abbina una serie di giocatori non da lotta salvezza.

leggi anche
Sampdoria vs Udinese
Il commento
I dolori della Sampdoria: “crossare e sperare” unica soluzione oggi, difesa troppo perforabile