La biblioteca De Amicis compie 50 anni, una festa e un convegno per celebrarla - Genova 24
La dea

La biblioteca De Amicis compie 50 anni, una festa e un convegno per celebrarla

Dal verde di Villa Imperiale a San Fruttuoso ai locali della scuola Parini in via Archimede per poi sbarcare nell'area del Porto Antico

Biblioteca De Amicis

Genova. Un viaggio immaginario a ritroso per percorrere le tappe significative della storia della DeA, la Biblioteca Internazionale per Ragazzi “Edmondo De Amicis” che quest’anno spegne 50 candeline.

Era infatti il maggio del 1971 quando, prima biblioteca in Italia rivolta ai bambini e ai ragazzi, nasceva a Genova la DeA, in un primo tempo nel verde di Villa Imperiale a San Fruttuoso, poi nei locali della scuola Parini in via Archimede, infine – dal 1999 – nell’area del Porto Antico.

Il programma – laboratori creativi, convegni, appuntamenti seminariali – ha preso il via dalla fine di settembre e prevede nelle giornate di giovedì 14 e venerdì 15 ottobre il convegno nazionale AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e, sabato 16 ottobre un pomeriggio di festa presso la DeA, completamente dedicato ai bambini con più sessioni di laboratori, giochi, letture e un appuntamento speciale dedicato a Lele Luzzati.

La ricorrenza dei 50 anni della Biblioteca rende infatti omaggio alla figura dello scenografo e illustratore Emanuele Luzzati nei 100 anni dalla sua nascita. Egli ha incrociato spesso le sue vicende artistiche a quelle della biblioteca, sino ad esserne padrino all’inaugurazione del 1999 negli spazi del Porto Antico.

«La Biblioteca De Amicis – sottolinea l’assessore comunale alle Politiche dell’Istruzione alle Politiche per i Giovani Barbara Grosso che interverrà in una delle sessioni del convegno – è un’eccellenza della città e ha una storia che la rende ambasciatrice in Europa. Nacque infatti ispirandosi alla Jugendbibliothek di Monaco di Baviera e alla biblioteca parigina di Clamart-Sur-Seine e questa sua connotazione internazionale la caratterizza ancora. La DeA è molto più di una biblioteca: è un punto di riferimento per i bambini e i ragazzi grazie alle sue proposte educative, ai laboratori, alle iniziative di promozione alla lettura. Importantissimo è inoltre lo stretto rapporto con gli istituti scolastici e con la rete dei docenti ai quali fornisce supporti e proposte didattiche. Il nostro sforzo è quello di creare un network educativo, dalle biblioteche ai musei, in grado di dialogare proficuamente con le scuole per fornire strumenti didattici aggiuntivi e di qualità».

Giornata di festa alla Biblioteca De Amicis
Sabato 16 ottobre – pomeriggio
A conclusione della settimana delle biblioteche per ragazzi, l’appuntamento in presenza curato dalla Biblioteca De Amicis sarà tutto dedicato a bambini e ragazzi. Un pomeriggio di festa con più sessioni laboratoriali per diverse fasce d’età con un appuntamento speciale dedicato a Lele Luzzati a cura di Lele Luzzati Foundation. Per partecipare alle attività è obbligatoria la prenotazione al fine di garantire la fruizione in sicurezza

Programma:
> ore 15.00 e ore 15.30
Una storia per te
Uno spazio dedicato ai bambini da 0 a 6 anni e alle loro famiglie per promuovere e condividere il piacere della lettura fin dal primo anno di vita. Per bambini da 0 ai 6 anni e per i loro genitori. Per partecipare occorre prenotare e chiedere “Una storia per te” telefonando al n. 010.5579560 o scrivendo una mail a deaprenotazioni@comune.genova.it.

> ore 15.30
Ronzii digitali in biblioteca: tra app e fiabe al contrario
a cura di Ludovica Brunamonti – blog Più in cielo che in terra. Per bambini da 6 a 10 anni

> ore 17.00
Sperimentiamo la ceramica di Lele
Luzzati dal 1953 frequenta assiduamente la ceramica come decoratore e modellatore e continuerà fino agli anni 70 vincendo numerosi premi. Nel laboratorio si modellerà utilizzando strumenti e tecniche del Maestro dando vita ad un mondo di personaggi animali e scenari tridimensionali. A cura del Cantiere delle Arti della Lele Luzzati Foundation. Per bambini dai 6 ai 10 anni.

Convegno nazionale AIB sulle biblioteche per ragazzi
Si tratta di appuntamenti in streaming attraverso i canali Aib e si rivolge a bibliotecari, editori, librai, insegnanti, genitori ed educatori con proposte laboratoriali in presenza dedicate ai bambini

>Giovedì 14 ottobre – ore 15.00 – L’universo della lettura per bambini e ragazzi
coordina Francesco Langella, Comitato Esecutivo Nazionale Aib
Intervento di Rosa Maiello, presidente nazionale Aib
Marino Sinibaldi – Presidente del Centro per il libro e la lettura: Leggere per il futuro
Nicoletta Gramantieri – Salaborsa Ragazzi: Promozione delle lettura in biblioteca tra analogico e digitale
Donatella Curletto, bibliotecaria e Giuseppe Ghinelli, pediatra – Referenti NpL Liguria: Il programma NpL e i benefici della lettura precoce
Anna Peiretti – Fondazione Paideia: Un focus sulla lettura e la biblioteca inclusiva
Cristina Fiori, Manuela Fiori e Claudia Urgu – Libreria e Festival “Tuttestorie” di Cagliari: Festival e attività della libreria, evoluzione nel tempo
Barbara Schiaffino – Rivista Andersen: La promozione della lettura sulla rivista Andersen

>Venerdì 15 ottobre – ore 9.30 – Le biblioteche per ragazzi: spazi, idee, attività e prospettive future
coordina Caterina Ramonda, commissione nazionale Aib biblioteche e servizi per ragazzi.
Intervento di Barbara Grosso – Assessore alle Politiche Culturali, Politiche dell’Istruzione e Politiche per i Giovani
Francesco Langella – Comitato esecutivo nazionale Aib: Sguardo storico sul percorso della Biblioteca De Amicis e influenze internazionali
Giuseppe Bartorilla – Biblioteca dei ragazzi di Rozzano: Le biblioteche per ragazzi in Italia oggi. Prima fotografia dall’iniziativa di censimento Aib
Carolynn Rankin e Antonella Lamberti – Standing committee IFLA Libraries for children and young adults: Ripensare i servizi bibliotecari per ragazzi. Uno sguardo internazionale sulla ripresa dopo la chiusura forzata dovuta alla pandemia

Gli incontri del convegno saranno riconosciuti come formazione professionale AIB gratuita con attestato di partecipazione da richiedere via mail a cristiana@nardiniaib.it

Più informazioni