Il sottosegretario Costa: "Possibile rivedere il green pass nel 2022 se i dati saranno buoni" - Genova 24
Retromarcia?

Il sottosegretario Costa: “Possibile rivedere il green pass nel 2022 se i dati saranno buoni”

"Mentre ora siamo di fronte a un'applicazione totale del green pass, si potrebbe passare a un'applicazione parziale"

Generico ottobre 2021

Genova. “Sarà possibile rivedere ed eventualmente ridurre l’attuale applicazione del green pass con l’inizio del nuovo anno se i dati dell’epidemia di Covid-19 continueranno a mostrare un trend di miglioramento, ma una valutazione più precisa sarà fatta a dicembre in concomitanza con la scadenza dello stato di emergenza che auspichiamo possa avere termine”. Lo ha affermato all’Ansa il sottosegretario alla Salute Andrea Costa.

Una revisione del green pass, ha quindi chiarito Costa, “potrebbe significare mantenere l’attuale carta verde per alcune circostanze e non per altre. Mentre ora siamo cioè di fronte ad una applicazione totale del green pass, si potrebbe passare ad una sua applicazione parziale”.

Dunque, “se l’andamento dell’epidemia di Covid-19 continuerà ad essere positivo, è ragionevole pensare che con l’anno nuovo ci potrà essere una revisione delle misure e anche del green pass, che potrà dunque essere ridotto nella sua applicazione”. A tal fine, ha concluso Costa, cruciale sarà proprio la valutazione dell’andamento epidemico che “dovrà essere fatta a fine anno. Davanti a noi, pertanto, abbiamo ancora due mesi che si dimostreranno decisivi“.

Intanto il presidente della fondazione Gimbe Nino Cartabellotta stima che siano 4 milioni i lavoratori non ancora vaccinati in vista dell’entrata in vigore del green pass obbligatorio sul lavoro. “Secondo l’ultimo report del Governo – riflette Cartabellotta – ci sono 8,4 milioni di Italiani over 12 che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino. Di questi, oltre 6.271.788 sono persone in età potenzialmente lavorativa: 914.671 della fascia d’eta’ 20-29, 1.379.327 nella fascia 30-39, 1.702.924 nella fascia 40-49, 1.435.196 nella fascia 50-59 e 839.670 nella fascia 60-69. Secondo i dati Istat relativi al 4 trimestre 2020 il tasso di occupazione nella fascia 20-64 anni è del 62,9%: sarebbero dunque quasi 4 milioni i lavoratori non vaccinati, un numero indubbiamente sottostimato dal sommerso”.

Più informazioni
leggi anche
matteo bassetti
Polemica
Covid, Bassetti: “Obbligo green pass per vaccinarsi, non per aumentare i tamponi”
Sciopero generale undici ottobre
Protesta
Sciopero generale, 3mila in piazza ma corteo spaccato: uno va sotto Confindustria, l’altro in prefettura
Generico ottobre 2021
Replica
No green pass, Toti: “Ai vostri ‘vaffa’ rispondo coi numeri, questi dovrebbero farvi tacere”