Genoa, dieci volte su dieci in svantaggio in campionato, così salvarsi diventa complicato - Genova 24
Crisi rossoblù

Genoa, dieci volte su dieci in svantaggio in campionato, così salvarsi diventa complicato

È lecito chiedersi se sia corretto o meno parlare di "cuore" per una squadra che inizia sempre con il piede sbagliato

Genoa Vs Sassuolo

Spezia. Poco fa è terminato il decimo atto del campionato di Spezia e Genoa, due formazioni in lotta per la salvezza riuscite nel secondo tempo ad offrire al pubblico presente sugli spalti uno spettacolo davvero godibile. Alla fine è stato 1-1 tra le due squadre liguri impegnate nel posticipo, un verdetto amaro soprattutto per i propositivi e volitivi padroni di casa.

All’autogol di Sirigu propiziato da Colley ha dunque risposto il rigore trasformato da Criscito, unica certezza di un Genoa apparso davvero in estremo affanno. Ovviamente non basta una singola partita per trarre giudizi su una squadra. I calciofili sanno che Eupalla (la divinità del gioco del calcio di Brera) assomiglia più a uno spiritello dispettoso che a un giusto arbitro delle vicende umane e di conseguenza che un singolo episodio a sfavore può rovinare una partita giocata benissimo.

Dieci partite sono invece abbastanza per fare una prova. La prima decade di gare fa emergere un dato incontrovertibile: il Genoa è andato in svantaggio in dieci occasioni su dieci. Solo una volta, col Cagliari, è riuscito poi a vincere. Eccezion fatta per il match coi sardi, il Genoa ha giocato in vantaggio solo i minuti finali del match col Verona, che poi ha fatto 3 a 3.

Si è tanto detto del “cuore Genoa”. Ma ha cuore una squadra che in dieci occasioni su dieci entra in campo e va in svantaggio? Saper recuperare quando si è sotto è una virtù, che però non può mascherare un problema di approccio visto che i goal hanno sempre lo stesso peso, indipendentemente dal minuto.

Si è detto tanto del “mago” Ballardini, bravissimo a risollevare le sorti della squadra a rischio retrocessione. Dove sono finite le magie? Viene da pensare che forse quelle salvezze fossero – in grande – la riproposizione di quanto in piccolo accade nelle partite: schiaffoni all’inizio e poi si reagisce. In effetti, anche Nicola ne ha beneficiato. Di idee di gioco se ne son viste davvero poche.

Se da una parte l’allenatore ha le sue colpe, non possono ovviamente essere esenti i giocatori. Il Genoa ha cambiato proprietà, ci si sarebbe aspettato un qualcosa in più perlomeno per tentare di essere confermati.

Più informazioni
leggi anche
Genoa Vs Sampdoria
1 punto a testa
Serie A, Criscito salva Ballardini concretizzando un’altra rimonta: Spezia riacciuffato all’86’
Genoa Vs Benevento
Post partita
Genoa, Davide Ballardini post Spezia: “Squadra generosa che va oltre, importante non perdere”