Aria da cucciolone ma è un agente infallibile, ecco Nanuk il nuovo cane antidroga della polizia locale - Genova 24
Unità cinofila

Aria da cucciolone ma è un agente infallibile, ecco Nanuk il nuovo cane antidroga della polizia locale fotogallery

Arriva in forza al corpo con il suo conduttore, Francesco Pastoret, 17 anni di esperienza e al lavoro con i cani anche nelle ricerche dopo gli attentati di Parigi

Genova. Giocherellone, dolcissimo, stazza media e un pelo da far perdere la testa. Sembra un cucciolo con cui rotolarsi sui prati invece Nanuk, uno Springer Spaniel di 2 anni, è il nuovo “agente” della polizia locale di Genova.

Va a rafforzare quell’unità cinofila aperta lo scorso anno con Maqui, pastore belga ormai quasi veterano. Con Nanuk anche il suo conduttore, inseparabile, Francesco Pastoret, agente con 17 anni di esperienza nel settore dell’addestramento anche all’estero (dagli attentati di Parigi nella ricerca di esplosivo alla formazione di cani per le forze dell’ordine di tutto il mondo in Olanda, passando per il soccorso alpino nella ricerca valanga e il servizio militare sia in Italia sia in Francia).

E’ la prima volta che un cane della razza Springer Spaniel viene brevettato, addestrato, per l’utilizzo nella ricerca di narcotici in Italia.

Francesco Pastoret, al suo sesto partner a quattro zampe, spiega: “Non è un cane tecnicamente semplice, ma dà grandissimi risultati, per addestrare Nanuk ho optato per un tipo di lavoro innovativo che viene utilizzato soprattutto per narcotici ed esplosivi, dove si utilizza un mix di tecniche che permettono al cane di crescere e di segnalare la presenza della sostanza con un cosiddetto freeze, il cane punta e indica esattamente dove cercare, come nella caccia”.

“L’arrivo di Nanuk nella nostra unità cinofila – dice l’assessore alla polizia locale e alla Sicurezza Giorgio Viale – è un ulteriore passo in avanti per l’efficientamento delle azioni di contrasto allo spaccio di droga in tutta la città. Le azioni di contrasto allo spaccio sono fondamentali non solo in un’ottica di rispetto della legalità, ma anche nell’ottica di tutelare i nostri cittadini”.

Molto soddisfatto anche il comandante della polizia locale Gianluca Giurato: “L’introduzione della prima unità cinofila ha portato a ottimi risultati, siamo certi che con l’entrata in servizio di Nanuk e de suo conduttore la lotta allo spaccio potrà contare su un’arma in più”. Nanuk sarà utilizzato nel centro storico ma non solo e anche in interventi in borghese.

leggi anche
Addio a Canada, il cane pompiere
Addio
È morta Canada, cane cinofilo dei vigili del fuoco di Genova: “Non si è mai fatta da parte”
Generica
Prima volta
E’ Maqui il primo cane “cantuné”, nasce l’unità cinofila della polizia locale di Genova