Allerta rossa su Genova ed entroterra prolungata fino alle 6 di domani mattina - Genova 24
Maltempo

Allerta rossa su Genova ed entroterra prolungata fino alle 6 di domani mattina

Ecco il nuovo bollettino Arpal: previste precipitazioni molto forti sul Centro-Ponente con temporali organizzati e persistenti, venti meridionali di burrasca e mareggiata

allerta rossa 4 ottobre

Genova. È stata prolungata l’allerta rossa su Genova e Savona fino alle 6 di domani mattina. Lo ha deciso Arpal nel nuovo bollettino meteo.

Il dettaglio

Sul centro della Liguria (da Spotorno a Camogli compresa Genova) allerta rossa dalle 14.00 di lunedì 4 ottobre fino alle 6.00 di martedì 5 ottobre, poi allerta gialla fino alle 15.00.

Sull’entroterra padano di Ponente (valli Bormida, Orba e Stura) allerta rossa dalle 14.00 di lunedì 4 ottobre fino alle 6.00 di martedì 5 ottobre, poi allerta gialla fino alle 15.00.

Su Tigullio e Spezzino allerta arancione fino alle 13.00 di martedì 5 ottobre, poi gialla fino alle 15.00.

Sull’entroterra padano di Levante (valli Scrivia, Trebbia e Aveto) allerta arancione fino alle 8.00 di martedì 5 ottobre, poi gialla fino alle 15.00.

Sul Ponente (dal confine francese a Noli) allerta arancione fino a mezzanotte.

Generico ottobre 2021

La situazione

Nelle prossime ore è atteso sulla Liguria l’intenso sistema perturbato che i modelli previsionali hanno individuato già giorni fa. A precederlo una corposa fase prefrontale che ha interessato l’entroterra savonese e la Valle Stura e determinata dalla convergenza tra venti di scirocco molto umidi e un debole flusso settentrionale più fresco e secco.

Le precipitazioni, esaltate anche dall’orografia, hanno insistito sulla stessa zona per diverse ore con cumulate molto elevate: alle 12.30 le cumulate nelle ultime 12 ore vedono Montenotte Inferiore con 550.4 millimetri (145.2 in un’ora), Rossiglione con 520.4 millimetri (91.4 in un’ora), Sassello con 352.6 millimetri (84.0 in un’ora), Mallare con 245.4 (97.4 in un’ora).

Generico ottobre 2021

I fenomeni hanno ha avuto riscontro nelle risposte dei corsi d’acqua: i livelli idrometrici nelle sezioni strumentate delle zone D e B hanno evidenziato innalzamenti repentini e superamenti anche della seconda soglia di guardia, in particolare per quel che riguarda il Letimbro a Santuario di Savona. la Bormida di Spigno a Ferrania (Cairo Montenotte); vicino al secondo livello di guardia la Bormida di Pallare a Carcare, e la Bormida di Spigno a Piana Crixia.

Ora è atteso il transito sulla nostra regione, dal pomeriggio, dell’area di bassa pressione denominata “Christian”*: si tratterà di un passaggio molto lento, che coinvolgerà la Liguria da Ponente a Levante, con piogge che saranno più diffuse rispetto ai fenomeni localizzati della mattinata, ma sempre forti e con temporali ancora intensi.

Saranno possibili anche grandinate e colpi di vento molto forti; non si esclude che si possano verificare fenomeni di “downburst”.

Le previsioni

Lunedì 4 ottobre. Il transito di un intenso sistema frontale determina precipitazioni fino a molto forti, anche a carattere di rovescio o temporale, più insistenti sul Centro-Ponente della regione. Cumulate fino ad elevate su tutte le zone, intensità fino a molto forti. Alta probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti su ABD e dalla sera anche su CE. Venti forti meridionali, fino a burrasca su BE, raffiche intense possibili in corrispondenza dei temporali. Mare in aumento ovunque, con mareggiate su C specie dalla serata.

Martedì 5 ottobre. Graduale allontanamento del sistema frontale con residuo maltempo in particolare sul Levante. Piogge diffuse su CE con alta la probabilità di temporali forti fino alle ore centrali, anche persistenti su C fino al mattino. Residua instabilità altrove con bassa probabilità di temporali forti.Venti forti da Sud-Ovest su BD, anche di burrasca su ACE con ulteriore intensificazione dal pomeriggio. Mare
agitato o localmente molto agitato, con mareggiate di libeccio su AB, anche intense su C con possibile moto ondoso incrociato al mattino.

Mercoledì 6 ottobre. L’avvicinamento di una nuova perturbazione da Nord-Ovest determina un aumento dell’instabilità sul Centro-Levante, con bassa probabilità di temporali forti (possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche o di piccoli canali/rii. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione). Venti settentrionali in rinforzo su ABD con raffiche più intense dalla sera”.

“Continuiamo a monitorare costantemente l’evoluzione del maltempo in Liguria. L’allerta rossa, che scatterà su Genova e Savona alle 14, è stata prolungata fino alle 6 di domani mattina. Alle 15 in diretta su questa pagina Facebook, con il sindaco Bucci, l’assessore regionale Giampedrone e i nostri previsori, vi daremo tutti gli aggiornamenti in tempo reale”, ha aggiunto il presidente Giovanni Toti su Facebook.

“Attualmente la zona più colpita dal maltempo resta il savonese, con allagamenti sia in città che nell’entroterra. La nostra Protezione Civile è già al lavoro sulle situazioni più critiche”.

leggi anche
Allerta meteo 2 ottobre
In ginocchio
Allerta meteo, alluvione nel Savonese: un ponte crollato, frane, strade e ferrovie interrotte
Generica
State a casa
L’allerta meteo verso il rosso, Toti: “Evitate tutti gli spostamenti”
Generica
Allerta
Scuole chiuse a Genova, Bucci: “Spiace per i ragazzi a casa ma non potevamo rischiare”