Sant'Eusebio, inaugurato il nuovo bike park: rampe e trail al posto di rovi e degrado - Genova 24
Tutti in pista

Sant’Eusebio, inaugurato il nuovo bike park: rampe e trail al posto di rovi e degrado fotogallery

Una vittoria per il quartiere grazie al lavoro di associazioni e volontari

Genova. Fino a qualche anno fa era un angolo dimenticato della città, coperto da una impenetrabile foresta di rovi e piante infestanti, oggi decine di ragazzi e bambini imparano ad andare sulle loro mountain bike, sfrecciando tra salti e discese.

Questo l’esito di una grande sfida, intrapresa dalle associazioni del territorio e le amministrazioni civiche, Municipio e Comune, per far sorgere dal degrado una nuova area, unica nel suo genere, capace di aggregare e “insegnare”: stiamo parlando del nuovo campo di pratica ciclicstica inaugurato questo fine settimana a Sant’Eusebio, e che ospiterà le attività della ASD Genova MTB Sant’Eusebio, ricavato dalla riqualificazione di un’area abbandonata nel cuore del quartiere.

“Finalmente siamo riusciti ad inaugurare questo spazio che abbiamo chiamo il ‘Piccolo bike park per i piccoli” – ci racconta Daniele Cartagenova, vicepresidente e fondatore dell’associazione ciclistica dilettantistica – dopo quattro anni di lavoro, tutto volontario, siamo entusiasti del risultato per questo spazio che ci permetterà di insegnare ai ragazzi e ai bambini il rispetto per la natura e le tecniche per usare al meglio e in sicurezza le biciclette“.

Uno spazio arricchito da percorsi e trail per ‘lavorare’ sulla tecnica, discese, dossi e rampe per provare le proprie evoluzioni. “Missione compiuta – sottolinea soddisfatto il presidente del Municipio IV Media Val Bisagno Roberto D’Avolio – Il progetto parte dal recupero di un’area verde in completo abbandono per arrivare a trasformarla in un meraviglio parco verde dove imparare ad andare in bici in sicurezza e autonomia. È stato un percorso condiviso con il quartiere dove la sinergia fra istituzioni e associazioni ha fatto la differenza. Poche risorse e tanta volontà per raggiungere un obiettivo importante per i nostri ragazzi“.

“Ringrazio i cittadini, che con la loro volontà e tenacia hanno realizzato tutto ciò con il supporto delle istituzioni – spiega Matteo Campora, assessore al verde e alla mobilità del Comune di Genova – l’assessorato è interessato a questo spazio perchè insieme alle associazioni si potranno organizzare dei corsi specifici per insegnare la guida in sicurezza delle biciclette, sempre più al centro della mobilità urbana”.

“Spazi come questi sono fondamentali sia per recuperare le aree ma anche la socialità che abbiamo perso in questi mesi – sottolinea l’assessore Paola Bordilli che tra le deleghe ha anche quella della Tutela e dello Sviluppo Vallate – un presidio che viene fatto da tanti giovani, segno di una speranza per il futuro di cui abbiamo sempre più bisogno”.

Per chi volesse usufruire degli spazi occorre tesserarsi con l’associazione ASD Genova MTB Sant’Eusebio che nei prossimi mesi organizzerà corsi e lezioni dedicate a tutti, grandi e piccini.