San Martino, finanziato il progetto di ricerca per curare l'endometriosi con nanoparticelle d'oro - Genova 24
Progressi

San Martino, finanziato il progetto di ricerca per curare l’endometriosi con nanoparticelle d’oro

Presentato dal prefessor Simone Ferrero, otterrà oltre 371mila euro

endometriosi

Genova. Otterrà un finanziamento di oltre 371mila il progetto di ricerca presentato dal professor Simone Ferrero dell’ospedale policlinico San Martino dal titolo “Trattamento fototerapico dell’endometriosi tramite l’utilizzo di nanoparticelle d’oro antiCD44” (acronimo Endogold). Il progetto nasce da una collaborazione fra il San Martino, il policlinico San Matteo di Pavia e il Maugeri di Pavia.

Il progetto è risultato primo in graduatoria tra i 9 vincitori del bando di ricerca sull’endometriosi indetto dal ministero della Salute e rivolto a tutti gli operatori del servizio sanitario nazionale, invitati a presentare progetti di ricerca sull’endometriosi, di durata di 24 mesi, mettendo a disposizione un milione di euro per ciascuno degli anni 2021-2022-2023.

La finalità dei progetti è quella di valutare l’incidenza dell’endometriosi nel territorio nazionale nonché di analizzarne i meccanismi molecolari e cellulari di patogenesi (ovvero come si sviluppa una malattia e la catena di eventi ad essa associati), fornendo risultati trasferibili in tempi brevi e con un esplicito orientamento applicativo.