Quantcast
Tutto fermo

Rinnovo contratto igiene ambientale, Zane (Fit Cisl Liguria): “3000 lavoratori in Liguria aspettano una risposta, situazione inaccettabile”

Formazione, sicurezza sul lavoro e clausola sociale sono le richieste chiave dei sindacati

compattatori amiu albaro

Genova. “In Liguria sono 3000 i lavoratori che operano nel comparto dell’igiene ambientale, solo 1700 in Amiu: anche loro stanno aspettando che si sblocchi il rinnovo sul contratto che si sta discutendo a livello nazionale”. Così Umberto Zane, coordinatore regionale della Fit Cisl nel comparto Igiene Ambientale.

“Avevamo chiesto, come Segreterie Nazionali, risposte chiare dopo 26 mesi dalla scadenza del contratto nazionale ma le aziende, rappresentate al tavolo da Utilitalia, Cisambiente/Confindustria, Assoambiente e dalle Centrali cooperative, hanno denigrato il grande senso di responsabilità dei lavoratori nel saper aspettare tempi migliori e il gravoso impegno di tutti gli operatori del comparto soprattutto nel periodo della pandemia”, continua Zane.

“Formazione, sicurezza sul lavoro sono le richieste chiave – conclude – e chiediamo anche l’esigibilità contrattuale anche della clausola sociale ai fini del mantenimento occupazionale”.