Quantcast
Aspettando il campionato di promozione a

Promozione, girone A, Borzoli: tre domande ad Enrico Valmati (Borzoli)

Il Borzoli, secondo il tecnico genovese, non si deve porre nessun limite

Enrico Valmati

Genova. Il calcio d’agosto è terminato, la Coppa Italia ha emesso i primi verdetti, ma la concentrazione di tutte le squadre è mirata all’esordio dei campionati di Eccellenza e Promozione, che partiranno domenica.

Abbiamo scelto l’allenatore del girone A di Promozione Enrico Valmati (Borzoli), per sentire , captare,  le sue sensazioni alla viglia della tanto attesa ripartenza del campionato.

Il Borzoli a quale traguardo può ambire?
La mia squadra non si deve porre nessun limite – esordisce Valmati – siamo arbitri del nostro destino. Cammin facendo scopriremo le nostre potenzialità ed il nostro ruolo all’interno del campionato. Sarà determinante la forza caratteriale dei giocatori nell’approccio agli allenamenti ed alle partite”.
Quali sono le squadre, che possono ambire a disputare un torneo di alto livello?
“Golfodianese, Legino, Serra Riccò sono tre compagini  in grado di vincere il campionato, il livello del torneo è molto alto, ragion per cui bisognerà avere la capacità di gestire nel miglior modo possibile ogni partita”.
Qual’è un giovane calciatore,  in grado di fare il salto di qualità?
“Non ho dubbi nell’indicare in Michael Volpe (ndr, ex Genova Calcio) il giovane calciatore in grado di fare la differenza. lo vedo da come si comporta in allenamento ed in ogni partita”.