Quantcast
Eccellenza al via

Pari e patta (0-0) tra Busalla e RapalloRivarolese

Le due squadre, a dispetto del gran caldo, si sono date battaglia per tutti i novanta minuti

Busalla contro Rapallo Rivarolese

Busalla. Il torneo di Eccellenza ha riaperto i battenti con il big match, che ha visto di fronte Busalla e RapalloRivarolese, terminato sullo 0-0.

Il pareggio soddisfa  la squadra di Cannistrà, mentre sta più stretto ai loro avversari.

Il primo tempo è stato molto equilibrato e le due compagini si sono equivalse, mentre nella seconda frazione di gioco i ragazzi di Fresia hanno cercato con maggior insistenza la via delle rete, e come dice lo stesso mister: “è mancata solo la rete”.

Il RapalloRivarolese torna a casa con un punto, ma con la consapevolezza di essere una squadra in grado di poter ambire a buoni traguardi.

Il Busalla mette in evidenza la buona prova mentale e caratteriale dei suoi giovani (sei Under presenti nella distinta di inizio gara ed addirittura otto nella seconda metà del secondo tempo), che hanno lottato e fatto quadrato nei momenti di difficoltà della partita.

Il Busalla, privo di pezzi da novanta come Ferrando, Cotellessa, Piemontese e con Ottoboni in panchina, perché non al meglio della condizione fisica, ha schierato questo undici iniziale:

Montaldo, Erroi, Piccardo, Zunino, Monti, Fasan, Boggiano, Siani, Repetto, Compagnone, Minutoli

A disposizione: Costa, Lo Gioco, Ottoboni, Fabrizio Re, Gabriele Re, Sesta, Gottingi, Spano, Becciu

Il tecnico del RapalloRivarolese ha risposto con:

Scatolini, Manfredi, Monarda, Ameri, Chiappe, Michelotti, Chiarabini, Revello, Bruzzi, Zunino, Panepinto

A disposizione:.Risso, Paterno, Cristiani, Marella, Guernieri, Scarantino, Viola, Defilippi

 

leggi anche
Generico settembre 2021
Tabellini
Eccellenza “B”: tra tanti pareggi, vincono Campomorone e Baiardo
Stefano Fresia
Reti bianche
Rapallo Rivarolese, mister Fresia si rammarica: “Ci è mancato soltanto il gol, oggi due punti persi”
Eccellenza "b"
Rapallo Rivarolese, bicchiere mezzo vuoto per Arturo Ymeri: “Avremmo meritato di vincere”