Outdoor, assessore Piana: "Raggiunta quota 5mila km per la carta dell'inventario dei percorsi escursionistici liguri" - Genova 24
Percorsi

Outdoor, assessore Piana: “Raggiunta quota 5mila km per la carta dell’inventario dei percorsi escursionistici liguri”

"40 nuovi percorsi su svariati Comuni in provincia di Genova, Savona, Imperia per oltre 220 chilometri e la modifica del tracciato di un itinerario nel Comune di Mele"

borghetto sentieri

Genova. Si moltiplicano le iniziative di potenziamento del versante “Green” della Liguria con l’approvazione nella Giunta regionale del 20 settembre della nuova Carta inventario regionale dei percorsi escursionistici. Ad annunciarlo il vice presidente e assessore all’escursionismo di Regione Liguria, Alessandro Piana.

“Si tratta dell’ottavo aggiornamento della Carta inventario dei percorsi escursionistici della Liguria che si arricchisce con 40 nuovi percorsi su svariati Comuni in provincia di Genova, Savona, Imperia per oltre 220 chilometri e la modifica del tracciato di un itinerario nel Comune di Mele.

La riscoperta dell’outdoor, del rapporto ancestrale che lega l’uomo all’ambiente e la destagionalizzazione, possibile soprattutto grazie all’entroterra e ai percorsi naturalistici, sono le vere porte della Liguria intrisa di storia, di bellezze e di biodiversità. Un patrimonio non solo da tutelare, ma da amare e continuare a potenziare”.

Tra i nuovi ingressi censiti e organizzati nel database regionale la rete di fruizione del comprensorio Pompeiana/Castellaro, due anelli per la scoperta della val Tanarello, una variante dell’anello delle Malghe a Mendatica e l’offerta delle “11 antiche vie” nell’imperiese, i percorsi del “Comprensorio 3 laghi”, la variante dell’anello Rio nero a Calizzano e un breve percorso a Urbe nel savonese, le reti di fruizione di Campomorone e Ronco Scrivia, i percorsi storici di Tribogna e Bargagli nell’area genovese.

In totale si arriva a 892 percorsi sentieristici in Liguria, superando i 5000 chilometri di tracciato. “Numeri decisamente importanti -conclude il vice presidente Piana- che fanno capire la preminenza dell’impegno istituzionale, delle associazioni e dei volontari per mantenere l’immenso ‘mare verde’ che ci caratterizza”. lnformazioni e dati cartografici sul geoportale regionale.