Quantcast
Problema

Lodi (Pd): “A Genova continuano a chiudere scuole materne nel silenzio tombale di Bucci”

Inutile l'appello lanciato dalla paritaria "Albero Generoso" a Sampierdarena, la consigliera: "Il sistema dei servizi all'infanzia è all'abbandono totale"

torrente sturla vegetazione e vipera

Genova. “Nel silenzio tombale del sindaco Bucci e della sua giunta rispetto al costante calo demografico di questi anni, continua la chiusura di scuole materne a Genova“. A lanciare l’allarme è Cristina Lodi, consigliera comunale del Partito Democratico a Genova.

La scuola materna paritaria Albero Generoso a Sampierdarena, riferisce Lodi, ha chiuso dopo un accorato appello rivolto al sindaco che non ha mai dato risposta né alle maestre né ai genitori. L’anno scorso, ben cinquanta famiglie sono state accolte dalla struttura, e si è arrivati anche a punte di sessanta.

“La chiusura degli asili paritari, privati e la netta riduzione dei bambini iscritti in quelli comunali, che porta alla inevitabile e conseguente soppressione di sezioni, dimostra da una parte che l’amministrazione civica non sta fronteggiando efficacemente quanto già ampiamente previsto da anni, ovvero la riduzione fisiologica dei posti di lavoro e dei servizi conseguenti al calo demografico e, dall’altra, l‘abbandono totale del sistema dei servizi all’infanzia – commenta Cristina Lodi – . Così si evidenzia non solo una mancata visione e programmazione, ma anche l’incapacità di comprendere, come invece dice l’Europa, che la riduzione dei servizi rivolti alle donne provoca una diminuzione del Pil e frena lo sviluppo economico dei Paesi, e in questo caso lo sviluppo per la città: le donne, evidentemente, non sono messe nelle migliori condizioni e non godono dei servizi necessari per compiere scelte di maternità”.

“Martedì presenterò al primo Consiglio comunale, dopo la pausa estiva, un’interrogazione relativa alla chiusura della scuola materna Albero Generoso, estesa anche a conoscere la posizione della giunta in merito a questi servizi per l’infanzia poiché è chiaro che il Comune stia sottovalutando il problema e non abbia agito tempestivamente per fare sistema a beneficio di territori, bambini, famiglie e lavoratori. E sappiamo che la situazione non andrà a migliorare. La chiusura di una scuola materna è un grosso fallimento per chi amministra la città”, conclude la consigliera dem.

leggi anche
Generica
Replica
Scuole d’infanzia, Grosso risponde a Lodi: “Attacco surreale, nessun bambino rimane fuori”