ll Seicento dipinto fra geometrie e riflessi: banca Carige apre le porte alla mostra di Fulvio Magurno - Genova 24
Arte

ll Seicento dipinto fra geometrie e riflessi: banca Carige apre le porte alla mostra di Fulvio Magurno

L'apertura della mostra è in programma per sabato 2 ottobre

Genova. In un dialogo di rimandi e intersezioni tra capolavori del Seicento e creatività contemporanea si apre la stagione autunnale degli appuntamenti d’arte di Banca Carige che sabato 2 ottobre inaugurerà “Oro nudo”, mostra che propone una serie di opere concepite da Fulvio Magurno a partire dal 2015.

L’esposizione apre in occasione della 20^ edizione della manifestazione nazionale ABI “Invito a Palazzo” e proseguirà durante i Rolli Days nel fine settimana del 9 e 10 ottobre.

L’artista

Fulvio Magurno, siciliano di nascita (1958), napoletano di formazione e genovese per scelta, nasce come fotoreporter per virare negli anni verso la creazione artistica. Nei suoi lavori recenti il mezzo fotografico, sempre presente, diventa la componente di una visione più ampia che supera l’orizzonte della nuda realtà alla ricerca dell’intima bellezza delle cose.

La mostra

Nella serie “Oro Nudo”, nata da un’intuizione di Magurno nel corso di un workshop presso un museo genovese, ogni immagine è infatti un misto di tangibile e nel contempo impalpabile.

“Oro nudo” propone un raffinato gioco di illusioni, come gli affreschi che sfondano lo spazio e ci portano nei miti senza tempo, o come l’effetto, la “meraviglia”, che abbagliava gli ospiti dei palazzi genovesi del Seicento.

Magurno non ritrae persone o modelli in posa, bensì alcuni quadri, scelti tra molti nei musei: dai Musei di Strada Nuova di Genova (Palazzo Rosso e Palazzo Bianco) un Guido Reni, un Filippino Lippi, un Giulio Cesare Procaccini e un Domenico Piola; dalle collezioni d’arte di Banca Carige un Orazio De Ferrari e un Giovanni Benedetto Castiglione detto il Grechetto.

Ne seleziona una parte e ne sceglie un frammento. L’artista interviene con garbo sulla stampa applicando una pellicola d’oro per completare quelle varianti di bianco e nero con un colore che non è un colore bensì un rimando al sacro, al passato, all’eterno e all’infinito.

Le visite sono gratuite e guidate, avverranno nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid ed avranno luogo, previa prenotazione online su www.happyticket.it nelle giornate di sabato 2 ottobre, dalle 10 alle 19, sabato 9 e domenica 10 ottobre, dalle 10 alle 20.