Quantcast
Dal 14 al 18 settembre

L’ex ospedale psichiatrico si anima con mostre, musica e spettacoli: al via il Festival Quarto Pianeta

"RIcReazione” è il titolo della manifestazione volto a sottolineare le potenzialità del luogo

Quarto Pianeta Festival

Genova. Prenderà il via domani, martedì 14 settembre, nella sede dell’ex ospedale psichiatrico di Quarto in via Maggio 4, la decima edizione di Quarto Pianeta Festival, aperta fino al 18 settembre presenterà mostre, spettacoli, convegni, musica, film e workshop.

RIcReazione” è il titolo della manifestazione che vuole sottolineare le tante potenzialità di questo luogo che ormai da anni è diventato un polo culturale aperto, accogliente e inclusivo, dove convivono funzioni sanitarie, con una fitta rete di cittadini volontari impegnati in diversi laboratori.

Il programma prevede alle 17,00 di martedì 14 settembre, nel piazzale del Centro sociale, l’inaugurazione della mostra “I fiori giganti” di Alice Zoppi e a seguire due proiezioni: alle 18,00 “La nostra voce oggi”, video che raccoglie testimonianze sul G8, regia di Possibile/Liguria Possibile e alle 20,30 “Giotto – Il Novecento proletario di Giordano Bruschi” di Ugo Roffi e Ludovica Schiaroli, docu-film sulle lotte operaie genovesi raccontate da Giordano Bruschi.

Mercoledì 15 settembre dalle 16,00 inaugurazione delle mostre “Collettiva di pittura, ceramica, scultura, incisione” a cura dei Laboratori IMFI, “Bestiario in 30 xilografie” a cura dell’Associazione Mosaico e “Bestiario in 30 xilografie” a cura dell’Associazione Mosaico, “Cristiano Senno: ritratti e autoritratti a cura di IMFI- Madfi mentre alle 17,30 ci sarà un incontro pubblico su “La rigenerazione dell’ex OP di Quarto: a che punto siamo?” con interventi di ASL3 Genovese, Coordinamento per Quarto, Centro Basaglia, Centro Sociale Quarto, IMFI; seguirà la presentazione delle proposte per la valorizzazione del bosco dell’ex OP di Quarto a cura di Maria Sole Calbi e Carolina Mensi.

Venerdì 17 settembre apertura alle 16,00 con l’Ensemble di Archi dell’Accademia del Chiostro con Concerto diretto da Massimo Vivaldi e alle 17,00 in occasione dei 700 anni dalla scomparsa di Dande Alighieri “Visioni Dantesche” a cura di Alberto Cerchi, Francesco Firpo, Coca Frigerio, Antonio Gambale, Carla Iacono, Marta Moretto, Alessandro Osemont, Lorenzo Penco.

Alle 18:00 tra scrittura, testimonianza e danza “Racconta – Mi racconto, andata e ritorno tra digitale e presenza”. Alle 19,00 Concerto di Andromaca, Duo di musica elettronica contemporanea composto da Stefano Bertoli, Buchla 200 e Antonella Suella, soprano; Live Painting a cura di Sonia Soffritti e Reading poetico a cura di Ksenja Laginja. Alle 21,30 spettacolo teatrale e performance interattiva con il pubblico con focus sul gioco d’azzardo: “Cè gioco e gioco” con Giancarlo Mariottini e Ilaria Piaggesi, regia di Mirco Bonomi, Teatro dell’Ortica.

Sabato 18 settembre dalle 17,00 incontro su “La Persona al centro” con Donata Bonometti, Natale Calderaro, Amedeo Gagliardi e a seguire la presentazione dei libri “Benvenuto Primo” di Andrea Contini, Il Canneto Editore, – “Quando le cose si dimenticano riaccadono” di Armando Misuri, a cura di Mirco Bonomi, De Ferrari Editore; alle 19,00 concerto di MyRightOfFrost e Team Hydra, Live painting a cura di Alex Raso e Reading poetico a cura di Daniela Biasoletto. Alle 21,15 concerto di musica barocca con il Gruppo Tripla Concordia.

Eventi collaterali sono previsti durante la durata del Festival con laboratori di incisione e ceramica, un open day di Ashtanga Yoga e un corso di kokedama, l’arte giapponese di coltivare la piante sospese.

È prevista la possibilità di apericena a buffet a cura del Centro Sociale.

«In questi anni abbiamo dimostrato con le tante attività che abbiamo proposto, come l’Ex Ospedale Psichiatrico possa riconquistare un suo ruolo nello stimolare il confronto sulla salute come intersezione di esperienze diverse, dove i temi dell’urbanistica, dell’ambiente, della socialità, della medicina, dell’arte e della democrazia urbana possano arricchirsi reciprocamente – spiega Amedeo Gagliardi, portavoce del Coordinamento Per Quarto – Quarto Pianeta – Invitiamo tutta la città alla RicReazione per rinnovare la forza di questo progetto e perché il ritorno in Manicomio continui a rappresentare un’occasione per riappropriarsi di una memoria e di un luogo per rimettere al centro la persona, la dimensione dell’accoglienza e il valore della comunità, costruendo luoghi dove il discorso della cura, nella sua natura multidisciplinare, possa diventare espressione culturale e percorso di innovazione sociale verso il bene comune».