Quantcast
Il caso

“L’assessore Cavo al concerto di Bulgari con l’auto di servizio”, Sansa presenta un’interrogazione

Il consigliere d'opposizione vuole vederci chiaro: "A quali impegni istituzionali doveva partecipare a Venezia?"

Ilaria Cavo generica

Genova. Due giorni a Venezia con l’auto di servizio per assistere a un concerto organizzato da Bulgari, noto produttore di gioielli. L’assessora alla Cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo finisce nel mirino del consigliere Ferruccio Sansa che ha presentato un’interrogazione in Consiglio regionale per fare luce sulla vicenda.

“Le autovetture di rappresentanza a disposizione dell’amministrazione possono essere utilizzate esclusivamente per assicurare tempestivamente la presenza per fini connessi alle cariche istituzionali, per l’espletamento di funzioni inerenti lo svolgimento del mandato, nonché per esigenze di servizio. L’utilizzo delle autovetture di servizio non deve essere posto ad uso esclusivo e deve rispettare il principio di economicità della pubblica amministrazione”, ricorda Sansa nel testo dell’interrogazione.

A quanto risulta ai consiglieri della sua lista, “in data 1° settembre 2021 l’assessore Ilaria Cavo si è recata a Venezia, con un’autovettura di servizio di Regione Liguria, per assistere a un concerto, tenutosi il giorno seguente, organizzato da Bulgari“.

Sansa chiede quindi di “conoscere a quali impegni istituzionali abbia partecipato a Venezia l’assessore Cavo in occasione del suo viaggio e quali spese siano state sostenute da Regione Liguria per tutto il viaggio”.

Secondo fonti a lei molto vicine, Ilaria Cavo si è recata effettivamente a Venezia con l’auto di servizio in quei giorni, ma non è noto quali fossero gli impegni istituzionali che la attendevano. L’uso della vettura della Regione, anziché un’alternativa come il treno, sarebbe stato suggerito dal fatto che in quello stesso giorno era prevista la protesta contro il green pass con l’annuncio – poi rivelatosi infondato – di un blocco della circolazione ferroviaria nelle principali stazioni italiane.

Più informazioni