Quantcast
Episodio

Lancio di uova sull’auto di Toti a Spotorno: “Cari no-vax, la prossima volta portatele cotte”

Prima era stato avvicinato da alcuni contestatori, nei giorni scorsi l'appello su Telegram a lanciare "uova e merda"

Generico settembre 2021

Spotorno. Uova lanciate questo pomeriggio sulla macchina di Giovanni Toti: secondo il governatore ligure si tratterebbe del gesto di alcuni contestatori no-vax mentre si trovava a Spotorno per sostenere il candidato sindaco Giancarlo Zunino. A raccontare l’episodio è stato lui stesso con una foto e un post ironico sulla sua pagina Facebook: “Fatta la frittata le uova non tornano intere… amici no vax (o in questo caso meglio dire no brain) ecco, la prossima volta portatele cotte!”.

Nel pomeriggio, durante la visita nel centro storico della località rivierasca, Toti era stato avvicinato in un vicolo da un gruppetto di persone. Una donna, in particolare, gli ha chiesto spiegazioni sulle politiche regionali in merito al vaccino, mentre altri tre cittadini sono rimasti in disparte. Il tutto in un clima sempre molto disteso. Tra loro, impegnato a parlare con le forze dell’ordine ma non con Toti, c’era anche Riccardo Fortin, fondatore del movimento “Voters Italia” che inneggia alla rivoluzione contro i “servi del sistema”.

A convocare una forma di protesta a Spotorno, rilanciando l’appello dello stesso Fortin, era stato il giornalista Davide Zedda sul proprio canale Telegram seguito da oltre 42mila persone. Sotto l’invito sarcastico a “ringraziare” Toti il 6 settembre si leggono commenti come “Uova e merda. Raccogliete le feci dei cani e spargetele in faccia al cesso”. Altri consigliano di usare le patate per colpirlo o di gridargli “che è un maiale”.

Generico settembre 2021
Generico settembre 2021

La brutta sorpresa per Toti è arrivata quando è tornato dal molo dopo l’incontro con Zunino: la sua auto privata, parcheggiata sul lungomare, era stata sporcata con due uova rotte sul cofano. Le forze dell’ordine presenti sul posto hanno identificato l’autore del gesto che, da quanto risulta, non fa parte del gruppo in cui era presente Fortin, ma sarebbe comunque riconducibile all’area no-vax. Ipotesi sostenuta da subito dal governatore e dal suo staff visti l’episodio del pomeriggio (per quanto non fosse stato vissuto con particolare tensione) e gli appelli circolati nelle scorse ore nelle chat online.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Online
Minacce no-vax al presidente Toti sulle chat Telegram, indagano Digos e polizia postale
toti nazista
Su facebook
Minacce di morte e insulti sui social a Toti ‘dittatore del green pass’: “Pronto a denunciare”
Generico settembre 2021
Anonima
“Ti auguriamo la morte peggiore”, nuova lettera di minacce a Giovanni Toti
Generico settembre 2021
A pontedecimo
Scritte sui muri a Genova contro Bassetti e Toti: “Clima d’odio inaccettabile, va fermato”