Quantcast
Chiamata

In Liguria c’è bisogno di sangue, da Alisa parte l’appello ai giovani: “Venite a donare”

La donazione non presenta alcuna controindicazione alla vaccinazione: si può infatti donare trascorse 48 ore dalla somministrazione del vaccino

DONATORI DI SANGUE

Genova. “Le richieste di sangue e plasma aumentano e c’è tanto bisogno di voi: donate sangue e plasma, un semplice gesto può salvare molte vite”. È l’appello di Vanessa Agostini, direttore della struttura regionale di coordinamento per le attività trasfusionali, per ricordare ai giovani e non solo, l’importanza della vaccinazione.

La donazione non presenta alcuna controindicazione alla vaccinazione anti Covid: si può infatti donare trascorse 48 ore dalla somministrazione del vaccino. È possibile prenotare la donazione nei centri trasfusionali o attraverso le unità di raccolta associative.

Negli ultimi anni è stato registrato sia a livello regionale sia nazionale un calo di donatori nella fascia di popolazione più giovane, per questo, l’invito alla donazione è rivolto soprattutto a loro: “Donare consente ai donatori anche di prendersi cura della propria salute, tutti possono donare in base ai criteri che si possono trovare nella sezione dedicata del sito di Alisa.  Nei prossimi mesi speriamo di poter riprendere i progetti di sensibilizzazione nelle scuole per avvicinare sempre di più i giovani alla donazione”, conclude Agostini.

Per informazioni è disponibile sul sito di Alisa la sezione dedicata.

leggi anche
Generico giugno 2021
Gesto
Donazione sangue, al San Martino i volontari della Croce Rossa e gli atleti del Triathlon Recco
DONATORI DI SANGUE
Precedenza
L’appello in Liguria: “Vaccinare prima i donatori di sangue, rischio emergenza in estate”