Il conto salato del rincaro delle bollette: +1300 euro di costi all'anno a famiglia - Genova 24
L'iniziativa

Il conto salato del rincaro delle bollette: +1300 euro di costi all’anno a famiglia

Assoutenti: "Intervenire su oneri di sistema non basta. Vanno ridefiniti criteri di calcolo delle tariffe energetiche"

Generica

Genova. Un aumento delle tariffe di luce e gas del +40% che produrrebbe effetti a cascata sui listini al dettaglio causando una stangata complessiva da quasi +1.300 euro annui a famiglia ed effetti depressivi sui consumi nazionali. Lo denuncia oggi Assoutenti, chiedendo al Governo provvedimenti strutturali a tutela degli utenti.

Un maxi-ritocco delle tariffe energetiche determinerebbe un maggior esborso annuo pari a circa +500 euro annui a carico di una famiglia e maggiori costi per industria, trasporti, esercenti, e per l’intero sistema produttivo e distributivo, con ripercussioni sui prezzi al dettaglio e sulle tariffe.

In base alle elaborazioni di Assoutenti, un maxi aumento delle bollette causerebbe effetti indiretti sui listini al dettaglio per complessivi +768 euro annui a famiglia, di cui +140 euro solo per gli alimentari, portando il conto complessivo della stangata a sfiorare i 1.300 euro a nucleo familiare – a cui vanno aggiunti gli oltre 320 euro annui di maggiore spesa sui rifornimenti di carburante a carico di ogni famiglia a causa del caro-benzina – e conseguenze negative sui consumi.

Contro i rincari che rischiano di abbattersi sugli italiani, Assoutenti vuole -assieme a tutte le altre associazioni dei consumatori – organizzare una giornata nazionale di lotta, un vero e proprio #boicottiamoglispeculatori, se non saranno trovate soluzioni adeguate a scongiurare i maxi-aumenti delle tariffe, e chiede al Ministro dell’Economia, Daniele Franco, e a quello della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, di intervenire non solo sugli oneri di sistema, ma di ridefinire in modo strutturale e assieme alle associazioni dei consumatori i criteri di calcolo delle tariffe energetiche, introducendo meccanismi di adeguamento più equi e in grado di sterilizzare le speculazioni sui mercati e tutelare le tasche degli utenti e consumatori italiani.

Più informazioni