Quantcast
Lavagna

Diga Perfigli, il catasto napoleonico ‘blinda’ il seggiun: “E’ cosa pubblica, espropri non validi”

A dirlo Italia Nostra: "Si potrebbe raffigurare un rischio di danno erariale nel caso fosse stato oggetto di esproprio, con relativo indennizzo"

seggiun lavagna

Lavagna. Dopo lo stop alle lavorazioni preliminari per la costruzione della diga Perfigli arrivati a seguito del vincolo storico-paesaggistico, dagli archivi spunta il “catasto napoleonico” che definisce il seggiun di Lavagna come ‘opera pubblica di proprietà demaniale‘ mettendo a rischio tutte le procedure di esproprio fin qui effettuate.

Secondo quanto ricostruito da Italia Nostra sezione Tigullio, infatti, nelle carte del diciottesimo secolo emergerebbe la pubblica utilità dell’opera, fatta per difendere la piana di Lavagna dalle piene dell’Entella ma anche per la gestione idraulica di una zona altrimenti destinata ad essere palude insalubre (con tanto di cronistoria delle varie epidemie): tanto che fin da subito, sulla sommità dl seggiun (una specie di lunga diga che corre parallela per poco più di un chilometro al corso del grande torrente) era garantita la viabilità pubblica.

Secondo il team di ricerca di Italia Nostra, quindi, “l’erronea rappresentazione del catasto attuale relativo all’Agenzia delle Entrate di Genova non ha valenza probatoria della proprietà e nemmeno efficacia modificativa del regime demaniale dell’opera per la quale ragione è da ritenersi inusucapibile la titolarità del bene“.

In altre parole, seppur in questi decenni trattato come bene spezzettato in tante proprietà private, di fatto il seggiun è cosa pubblica, e i vari espropri fatti per la realizzazione della diga Perfigli, che in grande parte lo ingloberebbe, non possono essere considerati validi, secondo questa interpretazione. Anzi, si potrebbe configurare “un rischio di danno erariale nel caso fosse stato oggetto di esproprio, con relativo indennizzo”, precisa la nota di Italia Nostra, che ha comunicato la ‘scoperta’ a tutti gli enti coinvolti, dal ministero in giù. Ed è sempre Italia Nostra a rilanciare la sfida: “Per tutte queste regioni diffidiamo Città Metropolitana a iniziare o proseguire i lavori”. La battaglia continua.

leggi anche
seggiun lavagna
Contro mossa
Diga Perfigli, scatta il vincolo per il ‘seggiun napoleonico’: sospese le demolizioni
diga perfigli lavori
Salto in avanti
Diga Perfigli, con un blitz di Ferragosto partono i cantieri. Il sindaco Mangiante: “Andiamo in procura”