Green pass in consiglio regionale, ora lo vogliono tutti: "I politici non devono avere privilegi" - Genova 24
Questione spinosa

Green pass in consiglio regionale, ora lo vogliono tutti: “I politici non devono avere privilegi”

Toti in pressing: "Maggioranza compatta, spero che Medusei lo faccia il prima possibile". La replica del presidente dell'assemblea: "Evitare invasioni di campo"

green pass

Genova. Questione di giorni e anche il Consiglio regionale della Liguria istituirà l’obbligo di esibire il green pass per entrare in aula, valido non solo per i dipendenti ma anche per gli eletti. La notizia è che adesso tutti i partiti sono d’accordo: anche la Lega e Fratelli d’Italia, che lo scorso 3 agosto avevano rifiutato di votare a favore di un ordine del giorno del Pd spaccando la maggioranza di Giovanni Toti.

Il governatore, pur dopo aver rimarcato la necessità di una maggiore tutela per i consiglieri fino al punto di bollare come “demagogia” le aperture arrivate da Fratelli d’Italia in Parlamento, ieri era andato in pressing proponendo di mettere ai voti un documento durante la seduta.

Alla fine, però, la questione è passata in cavalleria e stamattina, a margine della presentazione della mostra di Gaetano Pesce, il presidente è tornato alla carica smentendo le voci di un centrodestra diviso sul tema: “Mi pare che la maggioranza sia assolutamente compatta su questo. Tutti i gruppi politici hanno detto che il green pass verrà applicato in consiglio regionale, ne sono lieto e spero che il presidente Medusei abbia la sensibilità di farlo nel più breve tempo possibile, magari senza aspettare l’entrata in vigore del decreto del 15 ottobre, vista l’autonomia di cui il Consiglio Regionale gode. Se si riunisce l’ufficio di presidenza si può fare anche in 30 secondi”.

Dichiarazioni alla quale è subito seguita la risposta secca del presidente Gianmarco Medusei, leghista, che già negli scorsi giorni a titolo personale si era espresso a favore del green pass: “Il presidente Toti è persona saggia e preparata, conosce bene quali sono le prerogative della giunta regionale e quale sia il grado di autonomia previsto per il Consiglio regionale. Un perimetro di gioco chiaro in cui siamo certi non ci saranno invasioni di campo“.

E in effetti, come ha osservato lo stesso Toti, la materia è di competenza esclusiva dell’ufficio di presidenza, organo di autogoverno dell’assemblea legislativa composto dal presidente Medusei, dal vicepresidente Armando Sanna e dal consigliere segretario Claudio Muzio. Ieri la questione green pass è stata affrontata insieme ai capigruppo dei partiti e tutte le forze politiche, da quanto si apprende, hanno dato un assenso di massima. Gli uffici si riservano di fare alcune valutazioni tecniche, anche perché il decreto è comparso in Gazzetta ufficiale solo da poche ore e cita espressamente solo gli “organi costituzionali”, mentre il Consiglio formalmente non lo è.

Ma ormai l’adeguamento alle norme nazionali appare scontato, anche alla luce del fatto che le voci più critiche si sono spente. “Se il green pass viene chiesto ai lavoratori del pubblico e del privato è giusto che venga chiesto anche ai politici quando si recano al lavoro – afferma il capogruppo della Lega, Stefano Mai -. Non siamo una casta. Non dobbiamo avere privilegi e deroghe rispetto a chiunque altro”.

E così anche Stefano Balleari, capogruppo di Fratelli d’Italia che aveva votato contro meno di due mesi fa: “All’epoca non si parlava ancora di obbligo per tutti i lavoratori. Ma se si chiede a tutti i cittadini, l’obbligo deve valere per tutti e quindi siamo favorevoli, non vedo perché i politici dovrebbero essere esentati”.

Il provvedimento dovrebbe arrivare comunque prima del 15 ottobre, data di entrata in vigore dell’obbligo per tutti i lavoratori pubblici e privati. Martedì scorso anche il Consiglio comunale di Genova ha votato un ordine del giorno presentato dal Pd che parla di green pass nelle premesse ma non nell’impegnativa, scelta di mediazione per evitare polemiche. Anche in quel caso, però, la decisione sembra ormai presa.

leggi anche
Generica
"cautela"
Green pass in consiglio regionale? Toti: “Se ci fosse un no-vax avrebbe diritto di entrare in aula”
Gianmarco Medusei
Il caso
Green pass in Consiglio regionale, il presidente Medusei: “Nessun privilegio, le regole sono per tutti”
green pass consiglio comunale
34 su 37
Green pass per accedere alla sala rossa, il consiglio comunale di Genova dice sì
green pass cellulare
Dal 15 ottobre
Senza green pass addio stipendio fin dal primo giorno: ecco la versione finale del decreto