Green pass, ecco come cambiano le regole per guariti e vaccinati con una sola dose - Genova 24
Modifiche

Green pass, ecco come cambiano le regole per guariti e vaccinati con una sola dose

Novità nel decreto che introduce l'obbligo per i luoghi di lavoro pubblici e privati

Alla Suerte una serata dedicata ai giovani con il Green Pass

Col decreto che introduce l’obbligo di green pass per tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati a partire dal 15 ottobre cambiano anche alcune regole per la certificazione verde, dopo le criticità emerse negli scorsi mesi.

La norma più attesa è quella che riguarda i guariti che si sono infettati dopo la vaccinazione anche solo con la prima dose: con la nuova norma l’avvenuta guarigione sarà sufficiente per ottenere nuovamente la certificazione che, in caso di tampone positivo riscontrato oltre il 14esimo giorno dalla vaccinazione, avrà durata di 12 mesi (e non più 6 mesi). 

Inoltre il green pass rilasciato con la prima dose non avrà più validità dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione, madalla medesima somministrazione” e quindi da subito. Resta il termine di scadenza della data prevista per il completamento del ciclo vaccinale, che dev’essere indicata nella certificazione all’atto del rilascio.

Per quanto riguarda i tamponi, il decreto non parla di test gratuiti ma stabilisce l’obbligo per le farmacie di somministrare test antigenici rapidi a prezzo calmierato, 15 euro per i maggiorenni e 8 per i minorenni: chi non si adeguerà andrà incontro a sanzioni da mille a 10mila euro e il prefetto potrà imporre anche la chiusura fino a 5 giorni dell’attività.

Più informazioni
leggi anche
green pass studenti università genova
Eccoci
Dal 15 ottobre green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro pubblici e privati
Generico settembre 2021
Cosa fare
“Quel green pass che non arriva”, all’Asl 3 genovese centinaia di mail ogni giorno
salvini
Rivendicazione
Green pass, Salvini a Genova: “Se non c’è l’obbligo vaccinale è grazie alla Lega”