Quantcast
Aspettando il campionato

Eccellenza, girone A, Beppe Maisano: “La squadra è cambiata, stiamo lavorando su principi e linee di gioco”

Il tecnico genovese analizza i due gironi

maisano
Genova. La Genova Calcio, semifinalista nello scorso torneo di Eccellenza, sta lavorando sodo, essendo molto cambiata nei suoi interpreti e a precisa domanda: “La tua squadra può bissare l’ultimo torneo, che l’ha vista protagonista?”, mister Beppe Maisano risponde in maniera chiara:”Ha bisogno di trovare principi e linee di gioco”.
“Sarà una stagione particolare, i lavori di rifacimento del sintetico, ci costringeranno, per un po’ di tempo, a star lontani dalla nostra casa – continua Maisano –  siamo una società e una squadra in cantiere, ragion per cui dovremo essere bravi a gestire questa situazione”.
Ti piace questo format a 11 squadre per girone?
Avrei preferito un campionato a 18 o 20 squadre – dichiara Maisano – nel torneo così concepito verrà a mancare  il confronto tra tutte le squadre”.
Quali sono le squadre in grado di arrivare prime alla meta?
“Nel girone B Fezzanese e RapalloRivarolese hanno degli organici importanti, poi vedo bene altre squadre come il Busalla e il Baiardo, nel girone A Cairese ed Albenga proveranno a disputare un torneo importante, l’obiettivo della Genova Calcio è quello di classificarsi tra le prime cinque”.
 Qual è l’allenatore dal quale di aspetti delle interessanti prospettive di gioco?
“Durante un’amichevole ho visto giocare la Cogornese di mister Andrea Bacigalupo, Prima Categoria, un bel calcio propositivo e ricco di idee…”.