Quantcast
Girone d

Coppa Italia di Eccellenza, l’Arenzano debutta vincendo: 3 a 2 al Varazze

Le reti di Fossati, Craviotto e Piu portano al successo la squadra condotta da Corradi

Celle Ligure. Turno infrasettimanale di Coppa Italia, riservata alle squadre, che giocano in Eccellenza, che vede di fronte, a Celle Ligure, ore 20.30, Varazze Don Bosco ed Arenzano.

Il Varazze, sconfitto (4-0) nella gara di esordio dalla Genova Calcio, punta a riscattare il risultato negativo della prima giornata ed allo stesso tempo a rifinire la preparazione precampionato, che inizierà domenica 12 settembre.

L’Arenzano, ripescato nella massima serie calcistica dei dilettanti liguri, gioca finalmente la prima partita, dopo la lunga soste di un anno, dovuta al Covid 19 e perciò nell’ambiente regna entusiasmo e curiosità nell’affrontare il Varazze, anche per  una prima presa  di contatto con quella che saranno le squadre e le difficoltà da affrontare in stagione.

L’Arenzano giocherà nell’ultima giornata con la Genova Calcio.

Le due squadre sono mandate in campo, dai mister Berogno e Corradi, nelle seguenti formazioni:

Varazze: Parodi, Daudo, Damonte, P. Cavallone, Andreoni, Rossi, Aiello, Brini, Tracanna, G. Cavallone, Bottino

A disposizione: Malinverni, Bettella, Farci, Berardinucci, Caruso, Iardella, Perasso, Emanueli, Petrone

Arenzano: Berruti, Cosentino, Calcagno, Lupi, L. Baroni, Pirozzi, Bisio, Fossati, Craviotto, F. Baroni, Minardi

A disposizione: Catanese, Boggiano, Cistaro, Mancini, Oggianu, Piu, Rampini, Terlizzi, Tobia

Arbitra Francesco Isnardi della sezione di Albenga, assistito da Davide Salinelli (Genova) e Federico Lumicisi (Albenga).

Al 2° azione di contropiede dell’Arenzano; Craviotto si presenta in area ma la sua conclusione è da dimenticare.

Ottimo avvio della squadra ospite che ha battuto due calci d’angolo consecutivi e si mantiene nella metà campo avversaria, tuttavia il Varazze si difende con ordine.

Al 15° punizione per il Varazze: la calcia Giacomo Cavallone, abbondantemente sopra la traversa.

Al 19° l’Arenzano passa in vantaggio, al termine di una bella azione che si chiude con una grande conclusione di Fossati che, da posizione defilata, infila la palla alla sinistra del portiere. Varazze 0 Arenzano 1.

Vantaggio fino a questo punto meritato per la formazione di mister Corradi che, dopo i primissimi minuti nei quali la squadra di casa aveva avuto un lieve predominio, è uscita bene e grazie al fraseggio e a verticalizzazioni rapide si è saputa rendere pericolosa.

Al 20° Arenzano ancora pericoloso: Parodi si trova un avversario a distanza ravvicinata e deve sventare il suo tentativo; sul successivo cross colpo di testa di Luca Baroni fuori di un soffio.

Al 24° punizione dalla trequarti per i nerazzurri, palla in area, svetta di testa Andreoni che infilza Berruti. Il Varazze pareggia: 1 a 1.

Al 29° i gemelli Baroni portano l’Arenzano vicino al gol: sul cross di Fabio la zuccata di Luca esce di pochissimo. Poco dopo uno svarione difensivo dei locali permette a Bisio di calciare a rete: palo.

Al 35° va al tiro Giacomo Cavallone prova il tiro, palla alta sopra la traversa.

Al 36° si mette in luce Minardi, protagonista di un’azione pregevole che mette in difficoltà la difesa varazzina, costretta a mettere in corner. Sugli sviluppi, la retroguardia locale respinge di testa.

Al 39° l’Arenzano torna in vantaggio: azione insistita, Parodi per due volte respinge ma nulla può sul tocco vincente di Craviotto. 1 a 2.

Al 43° Varazze vicino al pareggio: una conclusione di Tracanna sfiora il palo alla sinistra di Berruti.

Si va al riposo con la squadra guidata da Corradi che conduce per 2 a 1. Arenzano che è parso superiore a centrocampo ed ha colpito con tremende rapide verticalizzazioni che più di una volta hanno messo in difficoltà la difesa varazzina. I nerazzurri, dal canto loro, si sono mostrati una squadra tosta, grintosa, che non demorde e, nonostante lo svantaggio, è sempre in gara.

A metà gara Pierluigi Ghiraldelli, preparatore dei portieri dell’Arenzano, commenta: “Il vantaggio è meritato. Il Varazze è una buona squadra, noi ci stiamo facendo valere. La partita è anche piacevole“. Riguardo al gioco: “Dobbiamo ancora arrivarci, stiamo provando a fare queste cose, piano piano ci arriviamo. I ragazzi hanno lavorato bene, ora sono un po’ in fatica“.

Secondo tempo. Nell’Arenzano ci sono Rampini e l’ex Piu al posto di Bisio e Minardi.

Il Varazze si è ripresentato in campo determinato a cercare di riportarsi in parità e riesce costantemente a giocare più alto rispetto alla prima frazione.

Al 18° calcio di rigore per il Varazze. Sulla palla va Tracanna: Berruti è battuto, risultato sul 2 a 2.

Al 20° altro doppio cambio nell’Arenzano: escono Fabio Baroni e Craviotto, dentro Mancini e Oggiano.

Al 21° punizione da posizione laterale per gli ospiti; la batte Fossati, respinge Parodi. Rapida ripartenza dei nerazzuri che porta Tracanna a sfiorare il gol: il suo tiro, però, è impreciso.

Nel secondo tempo il calo sul piano fisico degli arenzanesi è evidente; la squadra di mister Berogno mostra una condizione migliore ed ora sta facendo la partita.

Al 29°, però, è l’Arenzano ad andare vicino al nuovo vantaggio: Mancini ruba palla a Parodi, ma da posizione defilata non riesce a mettere palla in rete.

Al 31° l’arbitro ammonisce mister Corradi ed espelle dalla panchina Catanese.

Al 34° escono Damonte e Giacomo Cavallone; in campo Iardella e Farci.

Al 36° punizione bomba di Pietro Cavallone, Berruti respinge coi pugni.

Al 41° Arenzano per la terza volta avanti. Il merito è tutto di Piu che conquista un pallone sulla trequarti, avanza resistendo ai difensori che cercano di ostacolarlo, si presenta solo davanti al portiere e lo batte mettendo a segno il gol dell’ex. 2 a 3.

La partita finisce così. Arenzano batte Varazze 3 a 2. La formazione allenata da Corradi ha giocato un ottimo primo tempo; nella ripresa meglio i padroni di casa ma la squadra ospite è stata brava a capitalizzare quanto fatto e portare a casa i tre punti che le permetteranno di giocarsi la qualificazione con la Genova Calcio.

leggi anche
Corradi
Coppa italia promozione
Arenzano dai due volti, mister Alberto Corradi: “Cali mentali che non ci possiamo permettere”