Due goal e zero punti, la Sampdoria cede 3 a 2 contro la Juventus - Genova 24
Live

Due goal e zero punti, la Sampdoria cede 3 a 2 contro la Juventus

Assist e goal per Candreva, a secco il tandem Caputo-Quagliarella

Sampdoria Vs Verona

JUVENTUS 3 (10′ Dybala, 42′ Bonucci, 56′ Locatelli) – SAMPDORIA 2 (45′ Yoshida, 82′ Candreva) 

Qui il commento del match

94′ Finisce così, tre punti per la Juventus.

91′ Forcing offensivo finale della Sampdoria, che dopo il goal del 3 a 2 non ha creato altre occasioni.

88′ Saranno quattro i minuti di recupero.

85′ Gamba tesa di Kean su Bereszynski, ammonito l’ex Everton. Nella Samp, Askildsen prende il posto di Thorsby.

83′ La Samp accorcia le distanza! Adrien Silva mette dietro, Candreva arriva a rimorchio e da appena dentro l’area trafigge Perin. 

82′ Bel cross di Bereszynski rasoterra, palla nelle mani di Perin.

80ì La Juventus di distende in ripartenza. Ramsey allarga per Morata, il tiro dello spagnolo è apprezzabile balisticamente ma si spegne a lato. Morata lascia il posto a Kean. McKennie rileva Bentancur.

76′ La Juventus è schierata in modo da conservare il risultato. La Sampdoria prova a fare la partita nella speranza di trovare un goal.

74′ Bonucci pesca bene centralmente Bentancur. Grandissima parata di Audero con la mano sinistra.

68′ Max Allegri inserisce Chiellini e Ramsey al posto di Chiesa e Bernardeschi. La Juventus passa al 3-5-2. D’Aversa tira fuori Caputo a beneficio di Torregrossa.

67′ Triangolo champagne tra Quagliarella e Caputo, che serve col tacco il compagno. Il napoletano calcia ma viene stoppato da Alex Sandro.

65′ Cuadrado in ritardo su Damsgaard. Ammonito il terzino colombiano.

58′ Adrien Silva per Ekdal, Damsagaard per Depaoli, Augello per Murru.

56′ Tris della Juventus con Locatelli! Delizioso pallonetto dentro di Locatelli per Chiesa, che si accentra in area ma la cui conclusione viene murata. Sfera nei piedi di Colley che al posto di spazzare come la logica avrebbe voluto tocca corto a favore di un compagno nel cuore dell’area. La Juve recupera palla con Kulusevski e Locatelli da posizione favorevole non perdona,.

52′ Inizio di ripresa all’insegna dell’equilibrio, da segnalare qualche tentativo di attacco della Juve sprovvisto di conclusioni a rete e un giallo a Bentancur.

46′ Si riparte con gli stessi ventidue che avevano terminato la prima frazione di gioco.

Secondo tempo

Non sprecare la buona sorte: occasioni alla mano, la Sampdoria avrebbe potuto concludere con un passivo più pesante il primo tempo. Così non è stato e, anzi, nel finale ha riacceso il proprio entusiasmo con il goal di Yoshida. La partita ha così dato una seconda opportunità alla Samp, ma servirà un piglio diverso rispetto a quello del primo tempo.

46′ Giallo per Ekdal. Finisce il primo tempo con la gara in bilico.

45′ Goal Samp! Sugli sviluppi del corner, cross di Candreva per Yoshida, che stacca di testa sovrastando Bonucci. La Samp è di nuovo in partita. 2 a 1.

45′ La Samp rialza la testa, Quagliarella fa partire un gran tiro parato bene da Perin che si rifugia in corner.

42′ Raddoppio Juventus! Bonucci spiazza Audero. Palla rasoterra a destra, Audero a sinistra.

41′ Calcio di rigore per la Juventus. Palla sul braccio di Murru. Braccio largo ma Chiesa calcia da molto vicino. Giallo per Murru.

35′ Partita senza particolari sussulti in questa porzione di gara. La Juventus senza Dybala ha perso uno degli interpreti migliori. Bene per la Sampdoria, che pare aver superato indenne una fase complicata nella quale la Juve sembrava in predicato di raddoppiare.

28′ Fallo di Thorsby su Chiesa, ammonito il norvegese. Poi ci prova di testa Kulusevski, che stacca sul cross di Cuadrado ma la palla finisce fuori.

25′ Dybala, tra i migliori dei suoi, esce per infortunio in lacrime. Al suo posto dentro Kulusesvki.

Nota tattica: partita ricca di duelli visti gli schieramenti speculari. La Samp dovrebbe sacrificare forse qualche corsa in avanti per farne qualcuna indietro in più e difendere con maggiore densità. Occorre “far passare la nottata” e rimanere in partita.

15′ Ci prova ancora la Juventus. Morata da posizione defilata calcia a rete, Audero la fa sua in due tempi. Momento complicato per la Sampdoria: ogni volta che gli avversari attaccano sembrano in grado di poter fare male. Urgere riordinare le idee per non far sì che il match si chiuda anzitempo.

14′ La Samp rischia nuovamente di capitolare. Dybala porta palla con la difesa che scappa indietro. Apertura laterale per Morata. Ci mette una pezza Audero in uscita. Sul ribaltamento di fronte, Quagliarella in area prova a calciare ma viene murato da Cuadrado.

12′ Juventus vicina al raddoppio. Dybala apre per Chiesa. Difesa blucerchiata larga. Il tiro di Chiesa finisce a lato.

10′ Vantaggio Juventus! Cross di Alex Sandro dalla sinistra di Alex Sandro. Palla respinta dalla difesa della Samp. Locatelli ci prova dal limite, palla ribattuta e nuovamente nei piedi dell’ex Sassuolo. Appoggio per Dybala: tiro forte e preciso che si infila nell’angolino basso alla sinistra di Audero.

3′ Si fa vedere la Juventus. La Samp perde palla innescando l’attacco juventino. Dybala si incunea in area e va a terra. Non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Palla poi a Morata, che calcia da posizione defilata. Facile parata per Audero.

1′ Sampdoria in completo rosso incaricata del calcio di inizio. Classica divisa bianconera per la Juventus. Dopo appena trenta secondi, primo corner per la Sampdoria. Nulla di fatto, palla a Perin. Prima da titolare in campionato per l’ex Genoa.

Le formazioni ufficiali

Schieramento iniziale speculare per Sampdoria e Juventus. Entrambi gli allenatori optano per il 4-4-2.

La Juventus scende in campo con Perin, Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bernardeschi, Bentancur, Locatelli, Chiesa, Dybala, Morata.

La Sampdoria risponde così: Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Murru; Depaoli, Thorsby, Ekdal, Damsgaard, Caputo, Quagliarella.

 

Torino. La Sampdoria ha l’occasione di riscattare il pesante passivo subito contro il Napoli nel turno infrasettimanale contro un’altra big, la Juventus. Le due squadre sono appaiate in classifica a quota cinque punti. I bianconeri arrivano al match almeno parzialmente galvanizzati dal successo sofferto contro lo Spezia. La Sampdoria, che aveva convinto fino ad Empoli, ha l’imperativo categorico di fare meglio rispetto alla gara con i partenopei.

Più informazioni